Todis Lido di Ostia Futsal: Roberto Gastaldi non fa catenaccio

"E’ quasi fatta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma - Il Todis Lido di Ostia Futsal vede il "traguardo". La squadra di mister Roberto Matranga ha vinto 6-2 lo scontro diretto sul campo degli abruzzesi del Pratola secondo della classe: il 6-2 finale ha portato le firme di Cutrupi (tre reti di cui una con un acrobatico gesto dello "scorpione"), Gioia, Sordini e Fred. «I ragazzi hanno dimostrato una grandissima reazione dopo la cocente eliminazione dalla Coppa - spiega il vice presidente Roberto Gastaldi - E' stata una vittoria frutto dello spirito di squadra e già negli ultimi allenamenti si era vista la giusta determinazione da parte dei ragazzi. Abbiamo chiuso in vantaggio di una rete il primo tempo, ma nonostante il punteggio "basso" (1-0, ndr) la gara è stata viva fin da subito. Nella ripresa il Pratola ha pareggiato i conti, poi noi abbiamo allungato fino al 3-1, loro hanno accorciato ancora le distanze e infine noi abbiamo allungato difendendo molto bene nella situazione di gioco col portiere di movimento da parte degli avversari. Voglio fare i complimenti al Pratola e al suo pubblico: il palazzetto era davvero pieno, ma i tifosi sono stati estremamente corretti e anche la gara in campo si è giocata all'insegna del fair play». Un successo pesantissimo che fa schizzare il Todis Lido di Ostia Futsal a +10 dallo stesso Pratola ancora secondo e il vice presidente non fa "catenacci verbali" parlando della situazione di classifica. «Inutile nascondersi, questo è un passo quasi decisivo. In questo momento dovremmo compiere una sorta di "suicidio" per perdere questo campionato, ma è inutile fare calcoli ora: in ogni caso vogliamo cercare di vincere tante partite da qui alla fine della stagione». Nel prossimo turno il Todis Lido di Ostia Futsal ospiterà Salerno: la squadra campana è in lotta per evitare i play out e arriverà al PalaDiFiore con intenzioni bellicose. «Come detto, dobbiamo mantenere alta la concentrazione fino alla fine del campionato - rimarca Roberto Gastaldi - Cercheremo di chiudere prima possibile il discorso sul primo posto».

Torna su
RomaToday è in caricamento