Sport

La Fiorentina serve il poker e la Roma dice addio alla Champions

Giallorossi disastrosi in difesa e poco pungenti in avanti. I viola straripano con Vargas, due volte Gilardino e Gobbi. Inutile il gol di Baptista. Espulso Pizarro

La Roma esce con le ossa rotta dalla cruciale trasferta del Franchi: un 4-1 molto pesante da digerire per una squadra apparsa senza la giusta concentrazione e determinazione.

Una sconfitta pesante che giunge dopo quella sempre dura maturata nel derby per 4-2 contro la Lazio. Luciano Spalletti presenta Cassetti in difesa in coppia con Panucci con Motta a destra e Riise a sinistra davanti ad Artur che sostituisce nuovamente l’infortunato Doni. A centrocampo De Rossi e Pizarro cercano di innescare Brighi, Taddei e Baptista con l’acciaccato Totti ad agire da unica punta. Prandelli presenta un terzetto inedito alle spalle dell’unica punta Gilardino con Vargas, Jovetic e Semioli.

 Pronti via e la Fiorentina trova subito la rete del vantaggio con un’ottima incursione di Vargas che, lasciato libero da compiti di copertura, si incunea verso l’area di rigore giallorossa e colpisce con un chirurgico sinistro l’incolpevole Artur. La Roma cerca di reagire ma il gioco non decolla e la Fiorentina gestisce il vantaggio maturato.

Nella ripresa la Roma parte all’attacco ma dopo soli due minuti Gilardino raddoppia le marcature sfruttando ottimamente un perfetto assist di Semioli. La Roma si disunisce e per l’ennesima volta perde la testa: il cileno Pizarro prende nel giro di pochi minuti due cartellini gialli e lascia la squadra in 10 uomini.

Spalletti tenta la carta della disperazione con l’ingresso di D’Alessandro al posto di Taddei. Al 22’ i viola chiudono il match: Gilardino sfrutta un’indecisione della retroguardia giallorossa e sigla la sua doppietta personale. Prandelli inserisce Gobbi al posto di un pimpante Jovetic e il centrocampista viola trova subito la rete del 4-0. Nel finale il brasiliano Julio Baptista segna la rete della bandiera con un’ottima azione personale beffando Frey con un preciso destro.

Spalletti commenta deluso la pesante sconfitta, come si legge su ‘La Gazzetta dello Sport’: “Ora per la Champions si fa dura. Non so se è finito un ciclo. Difficile, Roma è così: quando vinci ti portano in trionfo, quando perdi è giusto che ti mettano in discussione e io mi ci sento. Dovremo metterci tutti la faccia”.

Infuriata anche la presidentessa giallorossa Rosella Sensi: “Tutti in ritiro, la Roma deve fare un bilancio amarissimo della sua stagione, mezza squadra sempre infortunata, è arrivato il momento di girare pagina. Non mi interessa parlare di Uefa o Champions, pretendo impegno, professionalità e dignità. La squadra potrà restare in ritiro fino al termine del campionato, abbiamo bisogno di risposte importanti. Voglio capire le 12 espulsioni, tutte per proteste o atteggiamenti sbagliati. Spalletti è un educatore, lo invito a rivedere tutti gli episodi. Lo stesso dicasi per gli approcci alle partite, c’è qualcosa che non funziona nella concentrazione. La società farà la sua parte, ma se sta onorando gli impegni economici per garantire competitività ora pretende risposte adeguate agli stipendi che paga. Anche Spalletti in vista dei prossimi due anni dovrà continuare a interpretare il suo ruolo di motivatore”.

Questo il tabellino di Fiorentina-Roma

Reti: 6' Vargas, 47' Gilardino, 67 'Gilardino, 74' Gobbi, 86' Baptista

FIORENTINA (4-2-3-1): Frey 6,5,  Comotto 6, Dainelli 6,5, Gamberini 6,5, Pasqual 6, Donadel 6, Montolivo 6, Semioli 7, Jovetic 6,5 (72 Gobbi 6,5), Vargas 7 (51'Kuzmanovic 6); Gilardino 7,5. (80' Bonazzoli sv) A disp.: Storari, Zauri, Kroldrup, Almiron. All.: Prandelli.
 
ROMA (4-2-3-1): Artur 4,5; Motta 5, Panucci 4, Cassetti 4 (81' Tonetto), Riise 5; De Rossi 5, Pizarro 4,5; Taddei 5 (63' D'Alessandro 6), Brighi 6, Baptista 5,5, Totti 6,5. A disp.: Bertagnoli, Loria, Diamoutene, Brosco, Filipe. All.: Spalletti.

Arbitro: Banti di Livorno

Ammoniti:  Vargas, Donadel, Cassetti, Dainelli, Semioli, Brighi
Espulso: Pizarro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiorentina serve il poker e la Roma dice addio alla Champions

RomaToday è in caricamento