Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Milan-Lazio: striscione fascista degli Irriducibili, ultras identificati. Indaga la Digos

La Lazio, in una nota, prende nettamente le distanze da comportamenti e manifestazioni che non rispondono in alcun modo ai valori dello sport

Sono stati identificati 23 ultras che ieri, a Milano, hanno hanno srotolato vicino a piazzale Loreto, uno striscione con la scritta 'Onore a Mussolini Irr'. Si tratterebbe di un gruppo di Irriducibili della Lazio, e di tre interisti.

Nell'ambito delle indagini, condotte dalle Digos di Milano e Roma e coordinate dal capo del pool antiterrorismo milanese Alberto Nobili, sono stati identificati altri 20 laziali e 3 interisti, tifoseria gemellata, sospettati di aver preso parte al blitz. 

"E' una cosa allucinante - è sbottato il presidente milanese dell'Anpi Roberto Cenati - Una nostra iscritta ci ha avvisato delle striscione portato da una settantina di persone che hanno intonato canti e slogan fascisti e hanno fatto saluti romani. Chiediamo alle autorità di individuare i responsabili". 

La Lazio, in una nota, "prende nettamente le distanze da comportamenti e manifestazioni che non rispondono in alcun modo ai valori dello sport sostenuti e promossi dalla società da 119 anni. E respinge e contesta la tendenza semplicistica di alcuni media a considerare l’intera tifoseria laziale corresponsabile di atti compiuti da pochi ed isolati elementi per motivazioni estranee ad ogni forma di passione sportiva. La società si è sempre battuta per il rispetto della legalità e della correttezza dei comportamenti".

"Nessuna tolleranza per ogni forma di violenza, fisica o verbale. Ringrazio le Forze dell'Ordine che stanno seguendo con attenzione la situazione. Il calcio deve tornare ad essere un'occasione di festa e di incontro, non di rissa e di scontro", lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini a proposito dello striscione esibito dai tifosi della Lazio nella trasferta a Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan-Lazio: striscione fascista degli Irriducibili, ultras identificati. Indaga la Digos

RomaToday è in caricamento