Sport

Sporting Ariccia calcio, il presidente Catalucci: “Ci aspettiamo qualcosa in più”

Lo Sporting Ariccia vuole sbloccarsi al più presto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Ariccia (Rm) – Lo Sporting Ariccia vuole sbloccarsi al più presto. La formazione castellana ha perso tre partite su tre in questa prima parte della “nuova Eccellenza” ed è il fanalino di coda solitario del gruppo B. Dopo le sconfitte con le corazzate Unipomezia (0-3) e Lupa Frascati (0-1), domenica scorsa i ragazzi di mister Eliano Trinca hanno ceduto con un netto 0-3 anche in casa del Campus Eur: “Non ho potuto vedere personalmente la partita, ma mi hanno riferito come sono andate le cose e ho visto anche le immagini salienti della sfida – dice il presidente Paolo Catalucci – Al cospetto di un avversario valido, ma non irresistibile, abbiamo notato qualche errore banale e un atteggiamento non combattivo come quello che invece questo gruppo ha già proposto nella prima fase di stagione, tra settembre e ottobre. Abbiamo fatto sacrifici sia come società che come gruppo per partecipare a questa particolare formula del nuovo campionato di Eccellenza, ma nessuno di noi vuole fare brutta e figura e siamo certi che i ragazzi risponderanno al più presto a queste difficoltà. E’ vero che abbiamo subito affrontato le favorite di questo girone nelle prime due sfide di campionato, ma è evidente che tutti ci aspettiamo qualcosa di più perché conosciamo il valore di questo gruppo”. L’occasione giusta arriva già domani (ore 16,30) quando al “Menicocci” arriverà l’Indomita Pomezia che al momento ha un punto in classifica su due gare disputate. “Saremo presenti al fianco della squadra nonostante sia un giorno feriale, speriamo di vedere un segnale forte da parte dei nostri ragazzi”. Che poi osserveranno il turno di riposo la domenica successiva e quindi potranno preparare con maggior calma il match di Anzio del 9 maggio. “Il club approfitterà di questo periodo per fare le sue valutazioni – conclude Catalucci – Quindi anche queste partite rappresentano dei test importanti, anche se nessuno della società ha messo pressioni di risultato alla squadra”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sporting Ariccia calcio, il presidente Catalucci: “Ci aspettiamo qualcosa in più”

RomaToday è in caricamento