Sport

Sisley Belluno – M. Roma Volley 3-2 | Sconfitta con onore

La squadra di Andrea Giani riesce a raddrizzare un match, che cominciava ad avere il sapore della disfatta. Dopo i primi due set persi in maniera indecorosa, la M. Roma ha vinto i due successivi, cedendo solo al tie break

Poteva essere una disfatta, ma in vece si è sfiorata l’impresa. A Belluno, la M. Roma Volley, dopo aver perso rovinosamente i primi due set, si è rialzata e ha portato i padroni di casa della Sisley sul 2-2, cedendo solo al tie break per 3-2 (25-21, 25-18, 33-35, 22-25, 15-11). Avremmo certamente gioito per una vittoria dei neroverdi, ma, per come è andata la gara, possiamo affermare che il punto guadagnato domenica, vale una vittoria. La M. Roma, infatti, non è sembrata brillante come nelle ultime apparizioni, però è riuscita con il cuore a supplire ai limiti tecnici. Va dato atto alla squadra allenata da Andrea Giani di non aver mollato e se alla fine il risultato non le ha sorriso è perché di fronte c’era una compagine come la Sisley, forse in disarmo ma mai doma. La squadra di Belluno, inoltre, può ancora contare su Alessandro Fei, oggi autore di 26 punti, che, nonostante l’anagrafe, dimostra di essere uno dei migliori giocatori italiani. Dopo questo match, la M. Roma tornerà a giocare Sabato prossimo, alle 17,30, al PalaTiziano per la sfida contro la modesta San Giustino. Allora si, che bisognerà vincere veramente, per risalire una classifica che vede oggi i neroverdi ottavi.

I set - Giani ha schierato: Boninfante in palleggio, Sabbi opposto, Cisolla e Zaytsev a banda, Lebl e Bjelica al centro, Paparoni libero. Piazza ha risposto con: Suxho in regia in diagonale con Fei, Horstink e Ogurcak schiacciatori, De Togni e Kohut centrali e Farina libero. All’inizio del parziale è stata la M. Roma Volley a inseguire, fino a una distanza dalla Sisley di 4 punti (12-8). Zaytsev, allora, è riuscito a trovare il ritmo e, con un grande break in battuta, ha portato addirittura avanti i sui sul 18-15, con un parziale di 7-0. Cisolla, poi, è stato murato da Kohut, dopo una bella difesa di Horstink, e Zaytsev ha fallito una ricezione sul servizio di Fei. Dopo un ace dell’opposto della Sisley (20-19), Giani ha tolto il giocatore trevigiano, in difficoltà in seconda linea, e ha inserito Maruotti. Il set, però, era ormai segnato e con un muro di De Togni su Lebl, Belluno si è aggiudicata il primo parziale 25-21.

II set – Giani ha confermato Maruotti al posto di Cisolla, ma i capitolini sono costretti a rincorrere anche nel secondo set e sotto i colpi di Fei si va sul 10-7 per la Sisley. Dopo un errore di Maruotti, autore di una schiaccia sulla rete, Giani ha chiamato un time out per interrompere la striscia di Belluno (13-9). Tornati in campo Horstink, però, ha firmato un doppio ace e la Sisley si è portata sul 15-9. Roma è riuscita a recuperare due punti (16-12), grazie ad un doppio colpo di Zaytsev. Due attacchi errati di Sabbi, però, hanno annullano le speranze neroverdi (19-12). Il vantaggio era tale che Belluno ha potuto gestire da qui alla fine del parziale e portarsi sul 2-0 (25-18). 

III set - Roma è tornata in campo più determinata. Contrariamente ai set precedenti, i neroverdi non si sono lasciati distanziare dai rivali, giungendo al primo time out tecnico avanti di un break (8-6). Al secondo time out tecnico la M. Roma è arrivata ancora in vantaggio sul 16-13. Un muro di Fei su Maruotti, un errore di Sabbi che ha mandato out un lungolinea, hanno fatto si che Belluno pareggiasse (16-16). Giani, allora, ha deciso sostituire Sabbi con Bencz. Proprio l’opposto slovacco è riuscito a murare una conclusione di Horstink, regalando il punto del break ai suoi compagni (20-18). La Sisley ha raggiunto la parità proprio per un fallo di seconda linea del nuovo entrato (21-21). Ci si è ritrovati così ai vantaggi e, dopo aver annullato un match point, alla decima palla set, la M. Roma è riuscita a spuntarla per 35-33.

IV set – La M. Roma si è portata subito avanti 4-0. Piazza ha cambiato, allora, il palleggiatore: fuori Suxho e dentro Nimir. Il cambio in regia non ha migliorato la gara dei padroni di casa, tanto che i neroverdi hanno confermano i quattro punti di vantaggio anche al primo time out tecnico (8-4). Boninfante si è affidato spesso a Bencz e lo slovacco lo ha ripagato con continuità, trascinando i suoi sul 17-14. Nimir ha avuto un guizzo in battuta, riducendo il gap ad un solo punto di svantaggio (17-16). Roma, però, ha riacquistato presto il terreno perduto, vincendo il parziale per 25-22.

V set – Dopo un avvio equilibrato, una M. Roma appagata ha subito il ritorno dei padroni di casa. La Sisley, infatti è riscesa in campo determinata e ha chiuso agevolmente il tie break per 15-11 con uno splendido muro di Ogurcak (Mvp del match) su Zaytsev. 

Andrea Giani: “Un match equilibrato, abbiamo sofferto nel primo e nel secondo parziale la loro aggressività al servizio, poi ci siamo saputi riprendere anche grazie all'ingresso di Maruotti prima e Bencz poi. Peccato per il tie break, dove abbiamo preso un parziale nella fase centrale e non siamo più riusciti a recuperare: veniamo da un periodo non facile, stiamo recuperando dei giocatori, spero che il lavoro ci premi”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisley Belluno – M. Roma Volley 3-2 | Sconfitta con onore

RomaToday è in caricamento