rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sport

Sassuolo-Roma: è rigore. Anzi no. L'arbitro ci pensa 3 minuti

Rizzoli interroga Sansone e torna sui propri passi

Prima assegna il rigore in favore del Sassuolo in campo con la Roma e poi ci ripensa. È stato al centro di una lunga discussione l'arbitro Rizzoli che allo stadio di Reggio Emilia aveva assegnato, al 36' del primo tempo dell'anticipo della 31/a giornata di serie A, il penalty in favore degli emiliani per un fallo in area di Benatia su Sansone: una decisione presa su segnalazione dell'arbitro addizionale, ma sulla quale è tornato indietro lo stesso Rizzoli che alla fine, consultandosi con il guardalinee, ha deciso di non concedere più il tiro dagli undici metri. Una retromarcia che però ha scatenato le protese dei giocatori del Sassuolo che per diversi minuti hanno discusso con il direttore di gara chiedendo a gran voce il rigore

Mehdi Benatia, difensore della Roma, a Sky Sport racconta l'episodio a dir poco curioso che ha caratterizzato il primo tempo del match tra i giallorossi e il Sassuolo: "L'arbitro non può chiedere ad un giocatore che lotta per la retrocessione se c'è un rigore... Ma Sansone è stato onesto. L'arbitro non voleva fischiare il rigore, l'assistente ha parlato di rigore. Sansone è stato onesto, ha detto che è scivolato e che io gli ho toccato la maglia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo-Roma: è rigore. Anzi no. L'arbitro ci pensa 3 minuti

RomaToday è in caricamento