Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

La legge dell'ex: Guberti stoppa la Roma. Ko a Genova 2 a 1

La Roma, con Totti e De Rossi in panchina, va avanti con un gran gol di Vucinic. La Samp segna l'1 a 1 su rigore con Pozzi, poi va avanti con l'ex Guberti. Tre espulsi. Malissimo Juan

La Roma si presenta a Marassi, dove negli ultimi 7 incontri contro la Sampdoria ha perso solo una volta, con la consapevolezza che una vittoria potrebbe ricandidare i giallorossi per lo Scudetto. La squadra di Ranieri è reduce da tre vittorie consecutive, ma dovrà fare i conti con la difesa meno battuta in casa. I giallorossi inoltre hanno totalizzato solo 9 punti in trasferta. Il mister tescaccino propone una formazione inedita con tanti esclusi eccellenti. Per la prima volta dopo 10 anni, ossia dall'esordio in Serie A di De Rossi, non capitava infatti di vedere contemporaneamente dall'inizio Totti e lo stesso in panchina. Non è il solo rischio che si prende Ranieri. In panchina, infatti, ci va anche Juan a cui viene preferito Burdisso. Anche Domenico Di Carlo rinuncia a pedine importanti: out Pazzini e il neo acquisto Macheda, in campo vanno Pozzi e Marilungo.

Nel primo quarto d'ora in campo solo la Sampdoria. Guberti e Ziegler che dalla parte di Cassetti mettono paura. Avvio di gara molto intenso soprattutto da parte dei padroni di casa. Al 10' bel cross di Guberti per Pozzi che si coordina e manda di poco a lato. Al 17' la scena del Marassi viene illuminata da una giocata e dal goal di Mirko Vucinic che entra in area e lascia partire un missile che trafigge Curci. Terza rete consecutiva del montenegrino, sesta in campionato. Per l'ennesima volta la Roma va in vantaggio con un azione sporadica e solitaria di uno dei suoi fuoriclasse. Dopo due minuti ci prova anche Ziegler dalla distanza dai 35 metri ma il tiro termina a lato. I ritmi rimangono alti. La Samp ci prova. Si scalda Juan in panchina, perchè Mexes ha un piccolo problema ai flessori, anche se sembra in grado di poter continuare. Al 35' Roma vicino al raddoppio ma Curci è super su Borriello. Al 43' altra grande parata di Curci che devia ina ngolo una pericolosa conclusione dalla distanza di Menez. Il match è vibrante e l'ultima occasione del primo tempo è per la Samp con Marilungo che al volo, da buona posizione, calcia centrale e Julio Sergio blocca in due tempi.
 
La ripresa si apre con un cambio. Fuori Mexes, claudicante, dentro Juan. La Samp tiene ancora i ritmi alti e prova, con tutta la forza, a trovare il pari. Gli ospiti sono pericolosi in contropiede, ma al 50' ecco la seconda svolta del match. Juan si addormenta e con un retropassaggio sciagurato, serve involontariamente Palombo che entra in area e cade, venendo steso da Julio Sergio. Non ci sono dubbi: rigore ed espulsione per il portiere della Roma. Ranieri inserisce Doni e leva Menez. Dal dischetto va Pozzi che spara una bordata sotto la traversa: 1 a 1. Roma però non molla e, al 60', si rende pericolossissima con Vucinic che stoppa un bell'assist di Borriello e manda la palla di poco a lato. Di Carlo cavalca l'onda della superiorità numerica e inserisce Pazzini per uno stanco Marilungo. La Doria insiste e la Roma soffre serrando i ranghi per difendere il pari. La partita, nonostante la disparità numerica, è gradevole. La maggiore qualità tecnica della Roma, si scontra contro l'agonismo e la fisicità dei blucerchiati. Borriello riceve palla dal limite e lascia partire un bel sinistro che, deviato, termina a lato di poco.  Al 77' Di Carlo, dal mazzo, pesca la carta Macheda che prende il posto di un generosissimo Pozzi. Boato del Marassi al momento dell'ingresso del pupillo di Sir Alex Ferguson. Esordio in Serie A per il giocatore nato dal vivaio della Lazio. Entra anche Mannini, fuori Poli. Nonostante la Roma sia in 10 riesce a difendersi e ripartire bene in contropiede. Da sottolineare le prove di sacrificio di Borriello e Vucinic. All'81' bella palla in verticale di Koman che pesca Zauri, cross al centro del terzino per Macheda che cicca di testa e manda a lato. Passano un paio di minuti e un'altra dormita di Juan che in area stoppa e si fa anticipare da Guberti che di interno destro beffa Doni e segna il più classico dei gol dell'ex: 2 a 1 Sampdoria. Le emozioni però non sono finite qui. Borriello si invola sulla sinistra, Lucchini lo stende e si becca il secondo giallo di Rocchi. Anche la Samp è in 10. Dalla punizione che ne segue Vucinic ci prova ma il suo tiro è centrale. Il montenegrino, dopo un minuto, tira anche da posizione impossibile ma il suo bolide sfiora la traversa. Al 90' Vucinic prova a saltare Gastaldello che lo ferma con il braccio. Doppio giallo anche per lui e Doria in 9. Ranieri le prova tutte e getta nella mischia Totti al posto di Greco. Non c'è però più tempo e la Sampdoria, grazie a un pessimo Juan, blocca la Roma per 2 a 1. Scintille nel finale tra Palombo e Totti che si beccano nel dopo gara.
 
TABELLINO
 
Sampdoria (4-4-2): Curci 6,5; Zauri 6, Gastaldello 6 , Lucchini 6 , Ziegler 6,5; Koman 6,5 (35' st Mannini), Palombo 6,5 , Poli 6 , Guberti 6,5; Pozzi 6,5 (32' st Macheda 6), Marilungo 6 (18' st Pazzini 6). A disposizione: Da Costa, Volta, Accardi, Tissone. All.: Di Carlo
 
Roma (4-3-1-2): Julio Sergio 6; Cassetti 5,5, Méxes 6 (1' st Juan 4), N.Burdisso 6, Riise 5,5; Greco 5 (46' st Totti sv) , Brighi 6, Perrotta 6; Menez 6 (11' st A.Doni 6); Vucinic 6,5, Borriello 6. A disposizione: Castellini, Rosi, De Rossi, Simplicio. All.: Ranieri
 
Arbitro: Rocchi
Reti: 18' Vucinic (R); 13' st Pozzi (S) rigore; 38' st Guberti (S)
Ammoniti: Gastaldello (S), Pozzi (S), Greco (R), Marilungo (S)
Espulso: 10' st Julio Sergio (R) per fallo da ultimo uomo; 41' st Lucchini (S), 45' st Gastaldello (S) per doppia ammonizione
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La legge dell'ex: Guberti stoppa la Roma. Ko a Genova 2 a 1

RomaToday è in caricamento