Sport

Sabatini: "Roma vuole lo Scudetto. Lotito è divertente"

Il direttore sportivo giallorosso: "Benatia chiedeva troppi soldi. Strootman è incedibile"

Walter Sabatini a tutto tondo. Il direttore sportivo della Roma non si nasconde punta in grande: "Giocheremo per vincere lo scudetto, non so se ci riusciremo ma dovremo farlo. Siamo una squadra competitiva. La Roma ha tutti i requisiti per lottare per lo scudetto, ma non dimentico che tutte le altre squadre si sono rinforzate. Disposto a non fumare per un mese in caso di scudetto? No, datemi un'alternativa, anche perchè per me la sigaretta sarebbe celebrativa. 

"LOTTEREMO PER IL TRICOLORE" - "Noi più forti della Juventus? Non hanno ceduto nessuno, e anzi hanno inserito qualcosa, quindi non possiamo certo pensare che si sia indebolita" sottolinea poi Sabatini. "Noi pensiamo di aver ridotto il gap con loro, ma sarebbe sbagliato non ricordare che hanno fatto 102 punti lo scorso anno e non è detto che non possano ripetersi".

BENATIA CHIEDEVA TROPPO - "Indugerei poco sulla questione Benatia, su cui si è già espresso in maniera esaustiva Pallotta. E poi anche il Bayern Monaco ci ha chiesto di non tornare sulla questione, ma io voglio restituire una quota di verità alla vicenda. I soldi che chiedeva, 5 milioni all'anno, non potevamo e volevamo darglieli". Dice Sabatini, durante la conferenza stampa di Trigoria. "Gli abbiamo però offerto un adeguamento molto consistente sperando di tenerlo - aggiunge il ds romanista -. È vero che lo avevo valutato 61 milioni e poi l'ho venuto a 26 più 4 di bonus, ma abbiamo venduto il simulacro di Benatia, un giocatore senza voglia e motivazioni, non quello che avevamo conosciuto". 

STROOTMAN RESTA - Strootman nel mirino di grandi club a gennaio? "È un mercato che non stiamo facendo noi, il nostro desiderio forte è quello di tenere Kevin - precisa quindi il dirigente giallorossso -. È un punto di forza e non vediamo l'ora di rivederlo in campo. Per noi oggi è incedibile, lo proteggeremo e difenderemo però non so quello che succederà, le regole del calciomercato le conosciamo".


LOTITO DIVERTENTE - "Mi inquieta un pò parlare di Lotito, non dimentico che è stato il mio presidente. Ma pretenderei che non dicesse che i dipendente con lui non possono parlare. I dipendenti parlano, a condizione che rispettino tutti. E quando parla De Rossi è meglio che tutti lo ascoltino, perchè non dice mai cose banali. Il presenzialismo di Lotito? È anche divertente, credo lui lo faccia in contrapposizione con i tifosi della Lazio che non lo vogliono, e quindi va in Nazionale e si mette pure la tuta", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabatini: "Roma vuole lo Scudetto. Lotito è divertente"

RomaToday è in caricamento