Rugby Frascati Union 1949, Pillinini: "Speriamo possa essere anno ricco di soddisfazioni"

"Siamo convinti che si possano ottenere risultati di spessore"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Si è tenuta nel tardo pomeriggio di venerdì, presso la Libreria Mondadori in piazza del Gesù, la presentazione del Rugby Frascati Union 1949. Al tavolo dei referenti il presidente Diego Pillinini e il vice presidente Andrea Di Domenico che hanno parlato ad una corposa platea e alla presenza di alcuni importanti esponenti del Comune di Frascati come il vice sindaco Claudio Gori, i consiglieri Roberto Gherardi e Damiano Cimmino e l’ex consigliere Emanuele Dessì, ma anche di storici rappresentanti del mondo della palla ovale tuscolana come l’ex presidente del Rugby Frascati Igino Mancini. Dopo una breve introduzione da parte di Di Domenico, è stato Pillinini a illustrare l’intero organigramma 2017-18 e i programmi per la nuova stagione. «Innanzitutto un grazie va all’amministrazione comunale che ci ha dato la possibilità di avere spazi più equi per svolgere le nostre attività e soprattutto per aver risolto il problema legato alla impossibilità di poter fare un terzo tempo, momento fondamentale nel mondo del rugby, all’interno delle strutture sportive comunali. L’intento dichiarato del Comune è quello di ricompattare il movimento in una sola entità e noi cercheremo di favorire questo tipo di soluzione perché siamo dell’idea che “l’unione fa la forza”. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, abbiamo allestito una C1 competitiva e rinforzata rispetto alla squadra già di buon livello della passata stagione. Un discorso simile si può fare per la serie C2 ai cui componenti consiglio di dare il massimo perché potrebbero rappresentare un serbatoio importante per il primo XV. Inoltre vorrei ricordare la franchigia Under 18 nata in collaborazione con l’importante club capitolino dell’Arnold: siamo convinti che si possano ottenere risultati di spessore. Riproporremo un settore femminile di livello che già l’anno scorso ha rappresentato una piacevole scoperta per tutti noi, ma d’altronde si sa che le donne hanno sempre una marcia in più. C’è poi l’attività di promozione fatta nelle scuole che ci ha regalato grandi soddisfazioni e un settore giovanile, anche supportato dalle altre società del “patto”, che ha fatto cose notevoli». Prima della chiusura della serata, è arrivato il sentito saluto del vice sindaco Claudio Gori, uno che è stato parte integrante della storia del Rugby Frascati. «Qui mi sento in famiglia – ha detto – Ai ragazzi dico sempre di ricordare che lo stemma e la maglia che indossano rappresenta quasi 70 anni di storia del rugby. In tutta Italia ci chiedono di riunificare il movimento e come amministrazione cercheremo di portare avanti questo impegno: è una scommessa che speriamo di vincere tutti assieme». Intanto le squadre maggiori del settore maschile hanno fatto il loro esordio in campionato: i ragazzi della serie C1 hanno ceduto 23-3 in casa contro la Capitolina (che l’anno scorso è stata nei quartieri alti della B) e anche i ragazzi della C2 hanno perso la “prima” sul campo del Latina.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento