Sport

Rugby Città di Frascati Ssd, il “grazie” dell'ad Musetti a Panattoni e Della Ceca

Rugby Città di Frascati Ssd, il “grazie” dell'ad Musetti a Panattoni e Della Ceca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Nella stagione da poco conclusa, sono stati due colonne dello staff tecnico del "vecchio" Mini Rugby Frascati, da poco passato alla nuova denominazione di Rugby Città di Frascati. Il riferimento è a coach Gianni Panattoni, tecnico della prima squadra che ha disputato la serie B, e a Francesco Della Ceca, guida dell'Under 16 tuscolana. Nella prossima stagione non faranno parte del nuovo organigramma tecnico e l'amministratore delegato (nonché ex presidentessa del Mini Rugby) Emanuela Musetti vuole sottolineare l'importanza del loro lavoro.

«Ho lavorato con Gianni solo lo scorso anno - rimarca l'ad del Rugby Città di Frascati -, ma ho conosciuto una persona di grande professionalità e capacità. Sono convinta che molto del merito della permanenza in serie B, fondamentale per il nostro nuovo progetto societario, sia stato proprio del lavoro svolto da Panattoni. Anche per questo mi auguro che Gianni, sebbene la scelta societaria sulla guida tecnica della prima squadra sia ricaduta su Michele Cuttitta, possa continuare a darci il suo contributo di grande competenza magari in un altro ruolo». Una proposta tutt'altro che formale, ma molto sentita quella della Musetti che allo stesso modo sente di ringraziare Francesco Della Ceca, che andrà a fare il preparatore atletico nell'Accademia di Tirrenia, per l'operato della scorsa stagione. «Abbiamo dato a Francesco - dice l'ad frascatano - l'opportunità di crescere cogliendo una grande occasione dal punto di vista federale». A Tirrenia, Della Ceca ritroverà i gemelli Di Giulio. «E' un grande orgoglio per noi aver avuto dalla Federazione un attestato di stima per il nostro lavoro e per tre esponenti della nostra società - sottolinea la Musetti -, segno che il cammino fatto è stato di qualità».

E la strada tracciata da Della Ceca e dai due Di Giulio potrebbe essere percorsa a breve da qualche altro membro del club frascatano. «Sono convinta - sostiene la Musetti - che almeno due tecnici e tre o quattro ragazzi abbiano le potenzialità per entrare a far parte dell'Accademia. Soprattutto per quanto riguarda i giocatori dico che sarà fondamentale avere la testa giusta e in questo senso proprio l'esperienza dei Di Giulio dovrebbe essere da esempio».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby Città di Frascati Ssd, il “grazie” dell'ad Musetti a Panattoni e Della Ceca

RomaToday è in caricamento