Rugby a 13, Haterley-Hurford si presenta: "Entusiasta del progetto della Federleague"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Pochi giorni fa la Federazione Italiana Rugby Football League (Firfl) aveva ufficializzato il suo ingresso nello staff della Nazionale che anche per questa stagione sarà guidata da Tyron Sterry. E Gareth Hatherley-Hurford è pronto a mettere la sua esperienza a disposizione degli azzurri del ruby a 13. «Da quest'anno - fu l'annuncio del segretario generale della Federleague, Pierluigi Gentile - una figura di spessore come quella del britannico farà parte dello staff tecnico azzurro. Questo testimonia la nostra voglia di investire sulla crescita tecnica degli azzurri e più in generale del nostro movimento». Già collaboratore della storica società dei London Saracens, Hatherley-Hurford spiega i motivi che lo hanno spinto ad accettare la proposta della Firfl. «Sono rimasto molto colpito dalla passione dimostrata dai ragazzi italiani che hanno visitato l'Inghilterra prima di Natale (per il corso di allenatori organizzato dalla Federazione, ndr). Li vedevo parlavare in modo così profondamente convinto del programma ed era chiara la loro voglia di renderlo un successo. Inoltre conosco molto bene Tyron Sterry e sono stato entusiasmato dai programmi per il futuro di questo movimento. Tutto questo mi ha fatto pensare di voler essere davvero una parte di questo progetto». Hatherley-Hurford ha le idee chiarissime su quello che sarà il suo ruolo. «Il mio obiettivo principale è quello di essere una figura positiva all'interno dello staff azzurro, provando ad avere un ruolo di filtro tra la Nazionale e i club. In questo modo credo sia possa aiutare a sviluppare e far crescere ancor di più la nostra disciplina in tutta Italia. Vorrei realizzare, nel tempo passato con il team, un ambiente dove tutti noi possiamo lavorare duro, sostenendoci a vicenda per raggiungere gli obiettivi prefissati».
La programmazione della Federazione Italiana Rugby Football League, intanto, va avanti a grandi passi: il prossimo il 14 marzo, infatti, si terrà in una conferenza stampa presso la Regione Lazio la presentazione dell'incontro della Nazionale in Kenya (un evento non solo sportivo, ma anche e soprattutto sociale), mentre nel week-end tra il 15 e 16 marzo ad Avezzano si terranno le finali di Coppa Italia,

Torna su
RomaToday è in caricamento