Mercoledì, 4 Agosto 2021
Sport

Roma, Garcia: "Ecco perché abbiamo preferito Doumbia a Salah"

Il tecnico: "Mi auguro di trovare lo stesso Gervinho visto in Europa League anche in campionato"

Rudi Garcia prima della trasferta della Roma a Verona contro il Chievo spiega, il perché, delle mosse di mercato giallorosso: "Salah? Non parlo degli altri giocatori. Abbiamo scelto di prendere un centravanti che andasse a sostituire Destro. Ci serviva un giocatore polivalente. Adesso aspettiamo che Doumbia e Ibarbo raggiungano la perfetta condizione fisica e poi vedremo. Starà a loro dimostrare che abbiamo fatto la scelta giusta puntando su di loro".

LO SCUDETTO - "La Juve ha il destino nelle sue mani. Se vince tutte le partite, noi non possiamo fare nulla. Possiamo difendere il secondo posto con tutte le nostre forze, a cominciare dal match con il Chievo", commenta Garcia. I 9 punti di distacco dalla Juventus capolista (10 se si considera gli scontri diretti) spingono il tecnico giallorosso a pensare al consolidamento della seconda posizione, nel mirino del Napoli che è staccato di 4 lunghezze. 

PUNTI A DISPOSIZIONE - "Ci sono 39 punti a disposizione, ogni squadra può cambiare la propria classifica. Noi non abbiamo paura di chi è davanti e di chi è dietro. Ai miei calciatori chiedo l'intensità mostrata negli ultimi 25 minuti contro la Juve, in tutta la partita contro il Feyenoord e nel primo tempo con il Verona. Sono sereno, motivato e ho fiducia nei miei giocatori. Andiamo ad affrontare il Chievo per vincere". 

>>> LE FORMAZIONI <<<

LA GARA DI VERONA - Nello scontro diretto di lunedì scorso, la Juventus ha imbrigliato la Roma per 70 minuti abbondanti, concedendo qualcosa solo nel finale. A Verona, i giallorossi rischiano di trovarsi di fronte un rivale che penserà soprattutto a chiudere gli spazi. "Abbiamo sempre un'idea riguardo all'atteggiamento della squadra avversaria. Abbiamo lavorato su alcune soluzioni, è questione di atteggiamento e non di giocatori. Il possesso palla -aggiunge - non è fatto per non avere occasioni. È anche vero che se gestiamo il pallone per il 70% della partita, come è accaduto contro la Juve, riduciamo i rischi di subire gol se siamo in grado di difenderci bene. Non puntiamo ad un possesso sterile, dobbiamo velocizzarlo per trovare spazi e sfruttare le accelerazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Garcia: "Ecco perché abbiamo preferito Doumbia a Salah"

RomaToday è in caricamento