menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, Garcia polemico: "Dopo legge Bosman ora c'è anche legge Destro"

"Spero che l'uso della moviola venga esteso a tutta l'Europa. C'è stata una legge Bosman, da ieri c'è una legge Destro", aggiunge Garcia

Rudi Garcia, allenatore della Roma, si esprime così dopo la conferma della squalifica di 3 giornate comminata all'attaccante Mattia Destro dopo il ricorso alla prova tv: "Il ricorso respinto per la squalifica di Destro? Ho sempre lottato per veder usata la moviola in campo e sono veramente contento di vedere che questa cosa si è realizzata. Spero che adesso si unifichi in tutta Europa. C'è stata una legge Bosman, da ieri c'è una legge Destro".

"Non è un mio problema sapere come sarà applicata la 'legge Destro' - aggiunge Garcia alla vigilia della trasferta della Roma in casa della Fiorentina - Mi auguro valga per tutti e che si unifichi in tutta Europa, e dico anche che queste cose non possono andare solo in un senso". 

"Ad esempio c'è stato un rigore negato a Cuadrado che ha visto il giocatore ammonito, squalificato e nemmeno in questo caso hanno tolto la squalifica" ricorda l'allenatore francese, secondo cui la moviola "deve essere una cosa per aiutare il calcio, non negativa, e adesso si può aiutare di più con questa legge, sarebbe un bene soprattutto per gli arbitri". 

Per Garcia, però, è importante evitare vie di mezzo: "L'arbitro vede una sola volta l'azione quindi o bisogna togliere tutti questi replay, fare in modo che i telespettatori non vedano 10 volte la stessa azione, o usare la moviola come è stato fatto adesso, che è veramente un bel passo avanti".


Garcia parla anche di campo e della stagione in corso. "Una partita che vorrei rigiocare? Nessuna, non sono un tipo da rimpianti, la stagione è questa e avrei firmato col sangue all'inizio per un anno così, anche se non è ancora finito. Può succedere che la Juve festeggi lo scudetto all'Olimpico - ammette riferendosi al big match in programma nel penultimo turno - ma può anche succedere che quella partita sia decisiva. Ora non lo sappiamo, io non ho la sfera di cristallo. La Juventus è nella posizione migliore, ma la stagione non è finita. Ci sono ancora belle partite da giocare, sul piano emozionale mi auguro di vivere ancora delle grandi emozioni in casa e in trasferta". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento