rotate-mobile
Sport

L'Intervista del giorno - Sensi: "Pallotta ha detto cose fuori posto"

"Il presidente Pallotta non ho avuto il piacere di conoscerlo, eppure avrei voluto, per raccontargli 18 anni di storia della Roma". Questa la replica dell'ex presidente della Roma, Rosella Sensi

Rosella Sensi, ex presidente della Roma, replica all'intervista rilasciata al 'Financial Times' da James Pallotta: "Il presidente Pallotta non ho avuto il piacere di conoscerlo, eppure avrei voluto, per raccontargli 18 anni di storia della Roma". 

Il nuovo proprietario americano del club giallorosso aveva sottolineato come la precedente gestione non avesse fatto nulla per coinvolgere i fan attraverso i social media come Facebook o Twitter. "Vengono dette cose fuori luogo, oltretutto i social sono un fenomeno degli ultimi anni - ha ribattuto la Sensi su Centro Suono Sport - E per quanto riguarda la questione della prospettiva futura, mio padre (Franco Sensi, ndr) ne aveva avuta eccome, con altre squadre creò la piattaforma televisiva Stream, ma forse il presidente Pallotta non lo sa". 

"È vero che ci siamo concentrati sulla parte tecnica, come è vero che abbiamo fatto tante altre cose - ha aggiunto - Mi auguro che il presidente ci riporti a quei livelli perchè da tifosa voglio vincere. Se mio padre avesse letto gli ultimi striscioni non sarebbe stato d'accordo, perchè lui era schiavo del risultato: quando si perdeva a casa non si cenava. Mio padre era un grande tifoso, era lì in mezzo a loro. A Pallotta chiedo di essere qui, parlare con i tifosi". 

Chiusura dedicata ai due simboli della squadra giallorossa, ovvero Totti e De Rossi. "Il contratto di Francesco? Gli direi quello che stanno dicendo tutti i tifosi, non lo fate andare via - ha spiegato la Sensi - Quando lo feci firmare quasi 5 anni fa ho ricevuto mille critiche, ma Totti ha risposto dimostrandosi in grandissima forma. Perdere lui sarebbe perdere l'ultimo simbolo di un calcio che non esiste più nel mondo". 

Stesso discorso per De Rossi: "Quando ricevetti l'offerta per Daniele era superiore a 50 milioni. Io da persona che vuole bene alla Roma non mi sono sentita sciocca rifiutando. Quando si fa un mestiere del genere bisogna essere estremamente innamorati e razionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Intervista del giorno - Sensi: "Pallotta ha detto cose fuori posto"

RomaToday è in caricamento