Roma VIII calcio, Spagnoletto: "Dobbiamo tirare fuori le nostre qualità"

Continua ad essere balbettante il rendimento della Juniores provinciale della Roma VIII

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma – Continua ad essere balbettante il rendimento della Juniores provinciale della Roma VIII. Il gruppo di mister Daniele Polletta non è riuscito a dare continuità al successo ottenuto contro il Colonna e sabato scorso, sul campo del Testaccio, è arrivata una sconfitta per 4-1 al termine di una prestazione opaca. «Nel primo tempo, dopo l’iniziale svantaggio, siamo riusciti a pareggiare i conti con Monterisi – commenta il portiere classe 1999 Simone Spagnoletto – Ma purtroppo già prima dell’intervallo il Testaccio è tornato in vantaggio e nella ripresa siamo entrati in campo con un atteggiamento sbagliato: l’avversario ne ha approfittato e la gara ci è scappata di mano». Il portiere ha ben chiaro in mente su cosa deve fare la Juniores provinciale della Roma VIII. «Credo che al mister non si possa rimproverare nulla perché cerca sempre di stimolarci. Siamo noi a dover tirare fuori cattiveria e carattere per cercare di dimostrare il nostro reale valore che, ne sono convinto, non è quello che esprime la classifica». L’estremo difensore sottolinea che «questo gruppo è davvero uno splendido ambiente, siamo molto amici e sarebbe veramente tutto perfetto se non fosse per i risultati che non sono all’altezza delle nostre aspettative. Quindi dobbiamo dare tutti di più per riuscire a cambiare questa situazione». Il calendario non sembra essere molto amico della Roma VIII visto che nel turno di domani (l’ultimo del 2017) è in programma la sfida interna contro la Borghesiana, squadra terza in classifica ad appena due punti di distanza dalla coppia di testa composta da Vis Subiaco e Atletico Zagarolo. «Conosco diversi ragazzi della Borghesiana e sono sicuramente una buona squadra, ma se giochiamo come sappiamo non siamo da meno delle squadre di vertice di questo girone. Continuo a credere nelle qualità del nostro gruppo, speriamo di riuscire a tirarle fuori». L’ex portiere del Pibe de Oro, comunque, è soddisfatto del suo ambientamento. «Sono arrivato alla Roma VIII tramite un mio ex compagno di squadra, Mirko Capasso. Con l’altro portiere Benedetto Castrichini, che è di due anni più giovane di me, il rapporto è ottimo e lo stesso vale per il resto del gruppo» conclude Spagnoletto.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento