Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Roma schianta Bologna, ma a fine gara si accende la polemica

Il successo ha scatenato qualche malumore tra qualche giornalista e la società per il mancato affondo oltre quota + 21, ovvero lo scarto maturato all'andata a favore dei felsinei. Tensione tra Boniccioli e la stampa

Roma spazza via senza troppi complimenti le deboli resistenze di Bologna e conquista una fondamentale vittoria casalinga per gli imminenti playoff. Il successo ha scatenato qualche malumore tra qualche giornalista e la società. Da più parti infatti è stato avanzato il sospetto che la Virtus abbia fatto di tutto per mantenere lo scarto sotto i 21 punti, obbiettivo peraltro raggiunto, la quota di differenza canestri maturata nel girone di andata.

Un fattore di grande rilevanza che permette di mantenere il controllo della parte "sana" del tabellone playoff, una posizione che permetterebbe (eventualmente) di incrociare i guantoni con Siena il più tardi possibile. Tra tanti veleni e qualche parolaccia di troppo sfuggita ad un Boniciolli molto nervoso a fine gara, la nota più lieta è rappresentata senza dubbio dall'esordio di Gianluca Marchetti.

Un sedicenne di belle speranze che ha giocato complessivamente più del nuovo acquisto Darius Washington, seduto malinconicamente in panchina per quasi tutta la partita. Bologna ha giocato in condizioni decisamente precarie (tra infortunati di vecchio e lungo corso) e ne ha profittato per testare il potenziale dei suoi giovani più interessanti. Al quintetto sperimentale dei bianconeri la Virtus risponde con l'abituale starting five, i locali mettono a referto il primo break dell'incontro poco prima della metà del primo quarto, un 10-2 frutto della solita vena di Giachetti con la collaborazione di Angelo Gigli e del solito, enigmatico Winston. Gli ospiti gettano nella mischia Jackson e il risultato viene ricucito fino al 13-9.

La Lottomatica chiude 20-13 la prima frazione senza entusiasmare. Bologna torna con molta fatica sulla scia degli avversari, ma un nuovo parziale Virtus confezionato da Jaaber e Crosariol ricaccia indietro gli ospiti sul 47-33. La tensione agonistica dura fino al terzo quarto, con gli ospiti capaci di tornare sempre in partita nonostante una rotazione precaria e svantaggi molto corposi, la partita si mantiene "vera" anche se poco spettacolare. Nel quarto periodo va in scena un teatrino poco edificante; Roma non spinge come dovrebbe sull'acceleratore (apparentemente per non superare la differenza canestri?) mentre Bologna impoverisce a poco a poco il suo quintetto sempre di più per (apparentemente anche in questo caso?) infrangere la fatidica quota.

Un epilogo che disturba il pubblico e che aggiunge un altro capitolo discutibile a questa brutta e confusa stagione del massimo campionato italiano di pallacanestro. Degna di menzione l'ultima azione; il giovane e scatenato Marchetti a pochi secondi dalla fine sul +19 (!) ruba palla, raggiunge velocemente l'aerea avversaria e stacca un timido terzo tempo per mettere a referto il +21 che avrebbe "compromesso" sulla carta i playoff di Roma. Dalle retrovie arriva fulmineo un indispettito (e confuso?) Sanikidze a stoppare con cattiveria la conclusione eccessivamente morbida del virgulto capitolino. Nemmeno il tempo di rifiatare e arriva il suono della sirena che congela la vittoria sul +19.

Il "povero" Sanikidze raccoglie i fischi del pubblico locale per la stoppata brutale al giovanotto ed i rimbrotti di coach Lardo (molto discreti a dire il vero) e compagni per aver cancellato il tiro che avrebbe cambiato la storia della postseason. Resta un mistero l'impiego di De la Fuente e l'accantonamento di Datome. La chiusura stagionale della regular sarà a Caserta, contro la Pepsi

LottomaticaRoma-CanadianSolarBologna 78-59


Roma: Giachetti 19, Gigli 9, Jaaber 10, Hutson 7, Crosariol 6, Dragicevic 6, Datome ne, De la Fuente 4, Winston 14, Marchetti, Washington,Vitali). All.: Boniciolli.
Bologna: Jackson 9, Blizzard 6, Baldi Rossi 3 , Moraschini 9 , Collins 3 , Fajardo 7, Sanikidze 2 , Maggioli 2 , Spizzichini 3, Prato 6, Fontecchio 2, Hurd 7. All.: Lardo.


Arbitri: Cicoria, Sahin, Gori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma schianta Bologna, ma a fine gara si accende la polemica

RomaToday è in caricamento