Sport

Roma-Milan 2-3 | Burdisso e Bojan non bastano: Lupa ko

Nell'anticipio delle 18 allo stadio Olimpico, la squadra di Allegri vince con tre gol di testa: due di Ibrahimovic e uno dell'ex laziale Nesta. Alla Roma non bastano i gol di Burdisso, di testa, e Bojan

Il Milan di Massimiliano Allegri (espulso), espugna l'Olimpico battendo la Roma di Luis Enrique per 3 a 2. Nel primo tempo rossoneri avanti con Ibrahimovic, poi nel giro di pochi minuti la Roma pareggia con Burdisso e si fa superare dall'ex laziale Nesta. Tutte e tre le reti vengono siglate di testa. Sempre di testa è anche la seconda rete di Ibra servito da Aquilani che due assist mette la firma dell'ex. La Roma con l'orgoglio e il cuore prova a reagire ma il solo gol di Bojan Krkic non basta. I rossoneri vincono e momentaneamente si portano in testa alla classifica. Brutto stop per la Roma che nonostante il bel gioco perde ancora.

IL MATCH - Stretta di mano fra Mauro Tassotti e Luis Enrique prima di Roma-Milan. Pochi istanti prima del fischio d'inizio l'assistente di Massimiliano Allegri si è avvicinato alla panchina dei giallorossi e ha dato la mano allo spagnolo al quale, quando i due erano giocatori, provocò la frattura del setto nasale con una gomitata datagli nel corso del quarto di finale mondiale del '94 fra Italia e Spagna. Partita subito vibrante con, sullo sfondo, una cornice di pubblico straordinaria. Il Milan passa al 17', al primo affondo serio: perfetto cross di Aquilani, colpo di testa letale di Ibrahimovic, imprendibile per Stekelnburg, 0-1. La squadra di Luis Enrique subisce il colpo e rischia il ko sugli sviluppi del calcio d'angolo per la Roma, il pallone finisce dalle parti di Robinho: il brasiliano vede Stekelenburg fuori dai pali e prova il destro da metà campo, con il pallone che esce non di molto. Al 28', la Roma pareggia: calcio d'angolo di Pjanic, Burdisso anticipa Zambrotta in mezzo all'area e di testa infila Abbiati. La partita però e emozionante e i rossoneri tornano il vantaggio: corner di Robinho, Nesta viene dimenticato dalla difesa della Roma e di testa batte Stekelenburg: 1-2. Completamente solo l'ex difensore della Lazio in mezzo all'area. La Roma prova ancora a pareggiare ma il destro di Pizzarro, dopo una bella azione, termina di poco fuori. I giallorossi, provano a dare un'altra gioia ai propri tifosi e Pjanic ci prova impegnando Abbiati che in due tempi blocca a manda le squadra negli spogliatoi sul 2 a 1 per il Milan.

Non ci sono state sostituzioni nell'intervallo. Il canovaccio tattico è sempre lo stesso: la Roma prova ad alzare i ritmi ma il Milan fa possesso palla e tenta di colpire al momento giusto. Al 10', Roma vicina al pari: Josè Angel va via sulla sinistra, tocca al centro per Osvaldo, pallone in profondità per Bojan che con la punta del piede riesce a toccare verso la porta, Abbiati respinge poi Nesta spazza in corner. Al 22', Boateng, dopo una botta al ginocchio, viene sostituito da Emanuelson: mentre lascia il campo, il ghanese uscendo infama il direttore di gara, il guardalinee sente tutto e per Boateng arriva il rosso. Passano 60 secondi e Aquilani ci prova da fuori ma il tiro è una telefonata a Stekelenburg. La squadra di Luis Enrique, con il neo entrato Lamela, prova a cercare il pari ma Abbiati d'istinto salva tutto con un miracolo. La Roma prova a serrare i ranghi e provarci fino alla fine, mentre il Milan con Aquilani e il neo entrato Cassano prova a dar fastidio in contropiede e al 33' i rossoneri chiudono il gol: cross di Aquilani e Ibrahimovic di testa piega Stekelenburg. Gol fotocopia della prima rete rossonera. La Roma subisce il colpo del ko e rischi l'imbarcata: cross dal fondo di Cassano per Ibrahimovic, girata al volo dello svedese sul fondo. Bel numero, ma era difficilissimo centrare la porta da quella posizione. Osvaldo, nel finale, prova risvegliare la Roma ma Abbiati è ancora super. La Roma però è viva e accorcia le distanze:g rande spunto di Lamela, sinistro da fuori respinto da Abbiati, sulla ribattuta Bojan tutto solo mette dentro il gol del 2-3. Partita riaperta e Milan impaurito con Allegri che protesta e si fa espellere. La Roma prova il forcing ma Abbiati, dopo un'uscita maldestra, vola ancora e salva tutto su un pallonetto di Pizarro. Basta però così e il Milan espugna l'Olimpico

>> LE PAGELLE <<

 

LA SVOLTA - L'esperienza e il ciniscmo del Milan hanno la meglio sul possesso di palle e il bel gioco della Roma. I rossoneri incassano i colpi e si difendono con i denti per poi colpire da grande squadra. Grande squadra che ancora non è la Roma nonostante la tanta facilità nell'arrivare nei pressi della porta avversaria.

POST GARA - "Siamo solo all'inizio, è una vittoria importante ma mancano tante partite. Se continuiamo così, arriviamo alla fine come primi. Oggi abbiamo vinto, sono tre punti fondamentali e abbiamo fatto una grande partita. Mi dispiace che abbiamo preso il secondo gol, ma per me la partita era sotto controllo", Zlatan Ibrahimovic risponde così ai microfoni Sky. "Mai questa sera ho visto la possibilità di battere questo Milan". Luis Enrique è deluso dopo la sconfitta interna con i rossoneri e ai microfoni di Sky Sport lamenta i troppi errori commessi dalla sua squadra. "Abbiamo fatto tanti tiri in porta, più di loro, ma senza la rapidità che serviva in questa partita - prosegue -. Siamo andati così così nella prima parte, meglio nella seconda, ma c'è molto da lavorare per migliorare". Quanto ai tre gol di testa subiti, il tecnico giallorosso spiega che per tutta la settimana la squadra ha lavorato su certe situazioni, "ma stasera mentre Burdisso ha segnato con Zambrotta appeso al collo, Nesta sembrava libero a casa sua. Mi prendo tutta la responsabilità - conclude Enrique - devo lavorare meglio io per far giocare meglio la squadra".

TABELLINO - ROMA-MILAN 2-3
Roma (4-3-1-2): Stekelenburg 5,5; Cassetti 5, Burdisso 6,5, Juan 5 (26' st Heinze 5), J.Angel 6; Pizarro 6,5, De Rossi 6, Gago 5 (18' st Lamela 6,5); Pjanic 6,5; Borini 5 (38' Bojan 6,5), Osvaldo 5,. A disp.: Curci, Heinze, Perrotta, Greco, Borriello. All.: Luis Enrique 6,5
Milan (4-3-1-2): Abbiati 7; Abate 6, Nesta 7, T.Silva 6,5, Zambrotta 5; Aquilani 7, Van Bommel 5, Nocerino 6 (43' st Ambrosini sv); Boateng 5 (21' st Emanuelson 5,5); Ibrahimovic 7,5, Robinho 5 (28' st Cassano 6,5). A disp.: Amelia, Taiwo, Yepes, Bonera, Ambrosini, Cassano. All.: Allegri 7
Arbitro: Damato
Marcatori: 17' e 33' st Ibrahimovic, 30' Nesta (M), 28' Burdisso, 43' st Bojan (R)
Ammoniti: Van Bommel, Nocerino, Aquilani (M), Gago, Pjanic (R)
Espulsi: 22' st Boateng (M), per proteste con un guardalinee appena sostituito; 46' st Allegri (M), per proteste

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Milan 2-3 | Burdisso e Bojan non bastano: Lupa ko

RomaToday è in caricamento