rotate-mobile
Sport

Roma, il futuro ruota intorno a Mazzarri. Allegri perde quota

Prima con Luis Enrique e poi col duo Zeman-Andreazzoli non sono arrivati i risultati attesi e adesso il presidente Pallotta

Appesi a Walter Mazzarri. Il Napoli, la Roma, e forse anche l'Inter. Attorno alla decisione del tecnico livornese ruotano i destini di alcune delle panchine più calde della Serie A. L'allenatore ha fatto sapere che comunicherà il proprio futuro soltanto alla fine del campionato, dopo la gara che i partenopei giocheranno in trasferta contro i giallorossi nella Capitale, ma intanto si susseguono i rumors su possibili contatti tra il suo entourage (nello specifico il legale Giuseppe Bozzo che ne cura gli interessi) e la dirigenza romanista. 

In questo senso, domani potrebbe essere il giorno di un contatto tra le parti (col ds della Roma, Walter Sabatini) per fare il punto della situazione. D'altronde a Trigoria per il dopo-Andreazzoli i nomi in cima alla lista dei desideri sono proprio quelli di Mazzarri e Allegri, con quest'ultimo però sempre più 'protetto' dall'ambiente del Milan. 

La società rossonera, che considera vitale per il rinnovo di contratto il raggiungimento del terzo posto, attraverso il proprio sito ufficiale ha fatto smentire ad Allegri "di aver incontrato alcun rappresentante della Roma" dopo la gara pareggiata a San Siro. Domani intanto, in occasione della festa del Napoli per la conquista della Champions League, potrebbe verificarsi un primo avvicinamento tra Mazzarri e De Laurentiis, magari propedeutico all'incontro già fissato in agenda per il temine della stagione. 

Il faccia a faccia decisivo infatti è stato programmato dagli interessati all'inizio della prossima settimana. Sul tavolo il presidente del Napoli metterà la proposta di rinnovo di contratto per due anni a quattro milioni di euro a stagione. La Roma, viceversa, pensa a Mazzarri per pianificare un programma triennale caratterizzato dal rilancio della squadra (che al livornese piace parecchio già così com'è) dopo due anni a dir poco travagliati. Prima con Luis Enrique e poi col duo Zeman-Andreazzoli non sono arrivati i risultati attesi e adesso il presidente Pallotta si aspetta da parte di Baldini e Sabatini una decisa inversione di tendenza. 

Il businessman di Boston, approfittando del derby in finale di Coppa Italia contro la Lazio del 26 maggio (assieme a una delegazione congiunta di Roma e Lazio sarà ricevuto in udienza prima da Papa Francesco e poi dal presidente della Repubblica, Napolitano), sbarcherà in Italia la prossima settimana in concomitanza con la fase cruciale legata alla scelta del nuovo tecnico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, il futuro ruota intorno a Mazzarri. Allegri perde quota

RomaToday è in caricamento