Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Borriello – Brighi: la Roma torna alla vittoria

Con una rete per tempo i giallorossi colgono la seconda vittoria stagionale. Match dominato per un'ora dai padroni di casa che nel finale resistono agli attacchi degli ospiti che avevano accorciato con Rudolf

La Roma, dopo la sconfitta contro il Napoli, trova i tre punti contro un avversario ostico. Ranieri dopo aver fatto la conta degli assenti ha scelto i suoi uomini: rientrato l'allarme Pizarro, Lobont ancora in porta e spazio di nuovo a Taddei che non giocava da Roma-Cesena. Torna anche Perrotta, assente a Napoli per squalifica. Si torna così al 4-4-2 tanto caro al mister testaccino. Tribuna invece per Menez, alle prese con un problema al retto femorale. Indisponibili anche De Rossi, Vucinic, Julio Sergio, Adriano e G. Burdisso. Grasperini scioglie i dubbi della vigilia e accanto a Toni schiera Palacio e Mesto, con Sculli in panchina.

Il primo tempo è molto gradevole e giocato a gran ritmo da entrambe le squadre. Al 7' subito episodio dubbio: Totti pesca Perrotta che vince un rimpallo e favorisce Borriello. L'ex di turno anticipa Eduardo e cade in area di rigore. Per Damato è tutto regolare, ma gli estremi per il calcio di rigore ci sono. La Roma a centrocampo e in fase d'impostazione fa la voce grossa grazie alla maestria in fase di palleggio di David Pizarro. 'El peq', da che non doveva giocare ora è il dominatore assoluto della mediana. Il Genoa comunque non è da meno e sulle corsie laterali è sempre pericoloso. Al 18' lancio millimetrico del solito Pizarro per Borriello che supera l'incerto Eduardo e a porta vuota coglie il palo, nella ribattuta Totti spara in bocca al portiere portoghese. Un minuto dopo, a parti invertite, è Toni a non trovare il gol del vantaggio mandando alto di testa. Sale d'intensità anche Totti. Il capitano sembra aver giovato dalla sosta e, punto nell'orgoglio dalle eccessive critiche ricevute in questi giorni, si muove per tutto il fronte offensivo. Il numero 10 giallorosso, al 22', prova un tiro da fuori di sinistro ma la palla finisce larga alla sinistra di Edoardo. La Roma alza il baricentro, il Genoa si abbassa troppo e la partita si sblocca. Al 34' Cassetti serve Totti che, da una posizione insolitamente larga, crossa in area. La palla, spizzata da Criscito, giunge dalle parti di Borriello che è bravissimo ad anticipare Chico e con la suola del piede sinistro trafigge Eduardo per il vantaggio giallorosso. Il primo tempo scorre via e la Roma chiude avanti dopo aver sofferto il Grifone nella parte centrale della prima frazione di gioco.

Nella ripresa solito cambio di esterni per Gasperini: fuori Palacio, dentro Rudolf. Al 7'però la Roma trova il 2 a 0. Azione prolungata dei giallorossi con il duo Borriello-Perrotta, la palla arriva in qualche modo in area di rigore il più lesto di tutti è Brighi che in scivolata e con l'aiuto di una deviazione, crea una parabola imprendibile per Eduardo. La partita sembra essere in cassaforte e la Roma si rilassa, troppo. Gasperini sostituisce Ranocchia (difensore) per Sculli (punta). L'ex Messina si rende subito protagonista e fa una bella sponda per l'accorrente Rudolf che alza troppo il tiro e scheggia la traversa. La Roma si impaurisce e Totti prova a scuoterla con due (quasi) magie: prima il capitano prova a emulare Maradona provando un tiro da centrocampo che mette in apprensione Eduardo, poi di tacco smarca Borriello ma il centravanti calcia a botta sicura centrando la traversa. I rossoblu però non demordono, anzi. Al 32' arriva l'ennesimo gol subito dalla difesa di Ranieri. Il Genoa approfitta di una fase confusa del match con Pizzarro che esce a bordocampo per infortunio e Perrotta che sembra in procinto di uscire. Toni non si fa scrupoli e di tacco libera Rudolf che non ha problemi a battere Lobont. La Roma si intimidisce e al 41' Milanetto ci prova su azione d'angolo con un bel destro al volo ma la palla finisce largo sulla destra di Lobont. Totti e compagni soffrono fino alla fine ma riescono a portare a termine la missione e a conquistare 3 punti d'oro. Altra sconfitta invece per il Genoa.

TOP

FRANCESCO TOTTI 7: Sosta + critiche = prestazione da leader. E' questa la ricetta di Totti che prendi in mano la 'sua' Roma e la porta alla vittoria. Suo l'assist per il primo gol. Nella ripresa tenta addirittura di sorprendere Eduardo dalla propria metà campo

FLOP

JOHN-ARNE RIISE 5,5: Il norvegese spinge molto meno rispetto al solito e subisce troppo spesso le discese di Mesto

 

TABELLINO


Roma (4-4-2): Lobont; Cassetti, N.Burdisso, Juan, Riise; Taddei, Pizarro (35'st Simplicio), Brighi, Perrotta (35'st Castellini); Totti, Borriello. A disposizione: Doni, Cicinho, Mexes, Greco, Okaka. All.: Ranieri


Genoa (3-4-3): Eduardo; Chico, Ranocchia (10'st Sculli), Dainelli; Rossi, Kharja, Milanetto, Criscito; Mesto (18'st Rafinha), Toni, Palacio (1'st Rudolf). A disposizione: Scarpi, Kaladze, Palladino, Destro. All.: Gasperini


Arbitro: Damato di Barletta
Marcatori: 34' Borriello, 8'st Brighi, 34'st Rudolf (G)
Ammoniti: Brighi (R), Palacio, Milanetto (G)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borriello – Brighi: la Roma torna alla vittoria

RomaToday è in caricamento