Sport

Roma-Fioranelli e il matrimonio che non s'ha da fare

Brusco stop alla trattativa. Italpetroli chiude la porta alla cordata, Fioranelli è ancora ottimista, ma dietro il no ci sarebbero i rifiuti di Mediobanca e Unicredit per i quali non ci sono le garanzie necessarie

Sabato scorso scrivevamo “salvo clamorose sorprese l'affare dovrebbe essere fatto”. La clamorosa sorpresa è arrivata: Italpetroli ha detto no a Fioranelli e quindi la Roma, per ora, resta in mano alla famiglia sensi. Una sorpresa che era nell'aria già da lunedì, quando l'affare si sarebbe dovuto chiudere. Invece, tra membri della cordata Fioranelli che si tiravano indietro e voci trapelate da Unicredit, si era capito che tutto sarebbe, per l'ennesima volta, saltato.

Così una nota di Italpetroli: “Ad oggi, nonostante gli sforzi profusi, non si sono realizzate le condizioni per proseguire nella valutazione di un'eventuale operazione rappresentato da Vinicio Fioranelli, per conto di una società di diritto svizzero, ad acquisire il pacchetto di controllo di As Roma".

Una nota che se non porta il titolo “rottura” è solo per una sorta di politically correct nei confronti dell'acquirente. Fioranelli però non demorde e attraverso il suo legare De Santis, fa sapere: “Per comprare la Roma bisogna fare discorsi tecnici differenti, servono molte approvazioni. Noi andiamo avanti”.

Da dove nasce l'ottimismo di Fioranelli? Si dice, ma siamo alle voci, che la famiglia Sensi sia sostanzialmente d'accordo con Fioranelli. Il no sarebbe arrivato dalle banche, l'advisor Mediobanca e Unicredit, la creditrice dei Sensi. Un no figlio delle garanzie solo parziali offerte dalla cordata. I soldi di Fioranelli infatti bastrerebbero per il pacchetto in mano ai Sensi, ma non per completare l'operazione da 300 milioni di euro. Servono quindi altri 100 milioni di euro tra l'Opa e un'operazione su Trigoria.

Il tutto senza fare i conti con le garanzie tecniche da offrire a squadra e tifosi. Viene da chiedersi infatti quali garanzie possa offrire per allestire una squadra competitiva una cordata che ha difficoltà a chiudere, per motivi finanziari, l'operazione di acquisto di una società. Al futuro la sentenza.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Fioranelli e il matrimonio che non s'ha da fare

RomaToday è in caricamento