rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Sport

Totti ci crede: "Per lo Scudetto rinuncio al gelato? Per la Champions lo rimangio"

Il tecnico Rudi Garcia: "Siamo al 100%, faremo di tutto per vincere. Vogliamo i tre punti"

La Roma è pronta ad esordire in Champions League. Domani, allo stadio Olimpico, contro il Cska Mosca i giallorossi cercano 3 punti. "Abbiamo lottato tanto lo scorso anno per giocare in Champions, ora ce la dobbiamo godere", dice il tecnico Rudi Garcia. 

L'AVVERSARIO - Per il tecnico francese il Cska "non è la squadra più debole del girone in questo momento, perchè hanno giocato 7 partite e noi solo 2, ma io sono molto fiducioso perchè la mia squadra sarà al 100% fisicamente e nella testa. Mi aspetto entusiasmo e gioia, sarebbe un peccato metterci troppa pressione - sottolinea Garcia in conferenza stampa a Trigoria -. Faremo di tutto per uscire con i tre punti alla fine della partita, anche se loro hanno talento e più esperienza europea rispetto a noi. Dovremo fare in modo di imporre il nostro gioco, di essere intelligenti ed efficaci nei momenti importanti della partita".

TOTTI CI CREDE - La Roma non si pone limiti. "Tutti avranno paura di affrontarci anche se sappiamo che in Champions League è difficile arrivare fino alla fine", dice Francesco Totti che non nasconde le ambizioni. I giallorossi sono la mina vagante del torneo e vera outsider di un girone che comprende anche Bayern Monaco e Manchester City.

"Passare il turno sarebbe già tanto, anche perchè quasi tutti ci danno già per spacciati - ammette il capitano romanista intervistato da Sport Mediaset - ma noi affronteremo tutti a viso aperto senza aver paura di nessuno. Era tantissimo tempo che non facevamo partite così blasonate, e cercheremo di fare bella figura, sia domani che nelle prossime partite. Per lo scudetto rinuncio al gelato? Per la Champions lo rimangio" conclude scherzando.

FARE BELLA FIGURA - Attualmente, le formazioni italiane sembrano lontane dalle corazzate europee. "Ci sono squadre più forti delle italiane: Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco... Con giocatori di spessore maggiore, è più facile vincere", è l'analisi di Totti. "In quante squadre non giocherei? Poche... -dice sorridendo- Non ci ho mai pensato, perché ho scelto di indossare un'unica maglia. Ho fatto la scelta giusta. Se avessi giocato nel Real Madrid o nel Barcellona avrei vinto di più... O magari no, forse sono io 'il malè... Se ho tanti estimatori tra i giocatori in Europa, vuol dire che con la Roma abbiamo fatto bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Totti ci crede: "Per lo Scudetto rinuncio al gelato? Per la Champions lo rimangio"

RomaToday è in caricamento