Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Lazio, ecco Morrison: il 'bad boy' che ha avuto tanti guai con la legge

L'inglese viene scoperto da Phil Brogan, ex allenatore della Manchester United Academy, che lo lancia nel grande calcio dove esordisce con Pogba

Finì in carcere per aver aggredito due donne

Ravel Morrison, dopo le visite mediche alla clinica Paideia di Roma, firmerà oggi un contratto con la Lazio, anche se potrà unirsi al gruppo di Pioli solo dal prossimo giugno.

GRANDE TALENTO - Morrison, scoperto da Phil Brogan, ex allenatore della Manchester United Academy, secondo molti addetti ai lavori è (o era?) uno dei talenti britannici più cristallini che avessero mai visto. In passato la Juventus, quando andò a vedere Paul Pogba, lo notò ma il ragazzo a seguito di alcuni problemi con la giustizia non era libero di lasciare Manchester.

LA CARRIERA - Il 31 gennaio 2012 lascia lo United per accasarsi al West Ham. Nella stagione 2013-2014 gioca in Premier League con la maglia del West Ham, con cui segna 3 gol in 16 presenze ma nella sessione invernale di calciomercato passa in prestito al QPR in seconda serie, totalizzando 16 presenze e 6 gol in questa categoria. Il talento c'è, la testa meno. Potenzialmente è un bel colpo. 

I PRIMI PROBLEMI - I problemi di Ravel sono cominciati quando a inizio 2011 quando ha minacciato un ragazzo che avrebbe dovuto testimoniare contro dei suoi amici in un processo per rapina. Gli amici dell'allora giocatore del Manchester gli avevano puntato il coltello togliendogli le scarpe e un mp3, e Ravel lo ha prima minacciato prima e poi su Facebook. Per quel processo fu condannato a un anno con la condizionale. Libero, ma al prossimo errore avrebbe scontato l'intera pena. 

LITE CON L'EX RAGAZZA - A quei tempi Ravel viveva con i nonni a Denton, a est di Manchester, separato dalla madre e i due fratelli minori che abitavano in un'altra zona. Pochi mesi dopo il primo processo, Ravel è tornato in tribunale per aver gettato dalla finestra il cellulare della sua ragazza, che a sua volta aveva scatenato la lite tirandole addosso il suo cellulare. Il giudice decise che Ravel doveva rimborsare il telefono (600 sterline) e frequentare una terapia contro la violenza domestica. 

ANCORA UN ARRESTO - Ravel ha peggiorato ulteriormente la sua immagine poco dopo essere arrivato al West Ham, rispondendo a un hater su Twitter con un cinguettìo omofobo. La reazione gli è valsa una multa. Prima di tornare ad allenarsi con il West Ham nel 2014, però, Morrison è dovuto passare attraverso un'estate difficile. A fine luglio è stato arrestato la terza volta, per aver aggredito e picchiato la sua ragazza. Pagata la cauzione il ragazzo è tornato a giocare. Ora arriva a Roma, con la Lazio del moralizzatore Claudio Lotito: cambierà?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, ecco Morrison: il 'bad boy' che ha avuto tanti guai con la legge

RomaToday è in caricamento