Polisportiva Borghesiana calcio, De Sanctis e l’inizio super

“Eravamo partiti come volevamo”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Roma – La Prima categoria della Polisportiva Borghesiana arriva alla “sosta forzata” nella miglior posizione di classifica possibile. La formazione capitolina del presidente-allenatore Enrico Gagliarducci, infatti, è al comando del girone F dopo tre giornate di campionato: un filotto di successi culminato domenica scorsa con un bel 3-1 all’ostico Atletico Monteporzio. “Una partita non semplice contro un avversario sempre molto difficile da affrontare – spiega il vice capitano e centrocampista Diego De Sanctis – Nei primi minuti non abbiamo fatto bene, ma col passare del tempo le nostre qualità sono uscite fuori e alla fine credo che il successo sia stato meritato. In ogni caso il primo tempo si è chiuso su uno 0-0 piuttosto giusto, poi nella ripresa siamo andati addirittura sotto anche a causa di un mio errore. Per fortuna sono riuscito a “rimediare” subito siglando la rete dell’1-1 su un inserimento. Abbiamo approfittato del fatto che gli avversari sono rimasti in inferiorità numerica e con Luca Caprasecca, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, abbiamo realizzato la rete del sorpasso. Nel finale è stato Barile a mettere il punto esclamativo, ma in precedenza il nostro portiere Coppotelli aveva sbrogliato una situazione molto complicata. Insomma, non è stato un match semplice, ma era importante dare continuità alle due precedenti vittorie”. La mezzala classe 1994, al suo secondo anno con la maglia della Polisportiva Borghesiana, parla con soddisfazione del buon inizio di campionato della squadra: “Era quello che ci eravamo prefissati, volevamo dare subito un segnale alle nostre concorrenti – dice De Sanctis – Fermarci di nuovo in questo momento dà molto fastidio, ma purtroppo non ci si può fare nulla e bisogna attenersi a quanto è stato stabilito. La nostra speranza è quella di tornare a disputare una gara ufficiale al più presto perché l’annata prometteva davvero bene…”.

Torna su
RomaToday è in caricamento