Pjanic fa il leader: "Resto qui e porterò in alto la Roma"

"Più passano gli anni più mi sento importante e pronto per prendermi le responsabilità in questa squadra"

Un punto di riferimento, in campo e fuori. Miralem Pjanic è pronto per la stagione del riscatto della Roma e non ha paura di recitare la parte del leader nel nuovo gruppo affidato al tecnico francese Rudi Garcia. "Sicuramente più passano gli anni più mi sento importante e pronto per prendermi le responsabilità in questa squadra. Voglio portarla in alto, quest'anno sono motivato come non mai. Spero di non avere infortuni, di trovare continuità. Farò il massimo per aiutare la squadra e Garcia ad abituarsi alla nostra piazza" ha dichiarato il centrocampista all'indomani della prima amichevole giocata dai giallorossi nel ritiro di Riscone di Brunico contro una rappresentativa locale. 

E nell'incontro Garcia ha affidato proprio a Pjanic le chiavi del centrocampo, schierandolo da regista. Un'indicazione tattica precisa, ma anche la conferma della stima che il francese nutre per il giocatore bosniaco. "Non so se mi apprezza già così tanto, però è vero che con Garcia c'è un buon feeling dall'inizio - ha ammesso in conferenza stampa - Non ho problemi a fare il regista, mi adatto e sono pronto per giocare in qualsiasi ruolo mi chieda l'allenatore". 

Del tecnico arrivato da Lille, poi, traccia un identikit preciso. "Lo conosco un pò dai tempi della Francia dove forse aveva il gioco più bello - ha ricordato Pjanic - Sono sicuro che con lui avremo un certo stile di gioco. Garcia vuole molta tecnica a centrocampo, è un allenatore che vuole avere il controllo della partita, possesso palla e profondità. È molto duro, sa quello che vuole, parla tanto con i giocatori. Ci ha fatto capire che crede nel gruppo e nel progetto. La squadra è molto contenta e motivata, vogliamo fare grandi cose. Abbiamo giocato bene contro le grandi la passata stagione, ma il problema sono state le piccole. Quest'anno dobbiamo cambiare per fare un passo avanti". 

E per cancellare anche il cocente ko in finale di Coppa Italia con la Lazio. "È stata la sconfitta più dura della mia carriera. Dopo ero tanto triste come tutti, ha fatto veramente tanto male perdere, e ora dobbiamo prenderci una rivincita e fare una grande stagione" ha confessato il bosniaco, precisando però di non aver mai rilasciato le dichiarazioni sul suo connazionale Lulic, autore del gol partita ("Mi dispiace per aver perso ma sono contento per lui"), che hanno indispettito non poco l'ambiente: "Quello che è uscito non è vero, non ho fatto alcuna intervista in Bosnia, e la traduzione è stata completamente sbagliata. Non ho detto quelle parole - ha spiegato - Ero arrabbiatissimo, mi ha dato veramente fastidio. Ho sempre rispettato i nostri tifosi, la squadra e la società". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Società che però, se dovesse arrivare un'offerta importante, potrebbe anche decidere di farlo partire. "Io uomo mercato? Non voglio andare via - ha però fatto sapere Pjanic - Il mio obiettivo è chiaro: voglio rimanere qua. Poi durante il mercato non si sa mai, non so quale è la situazione economica del società, se devono vendere se arriva un'offerta, ma sanno che io voglio restare. Rinnovare? La volontà c'è, vediamo cosa accadrà in futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento