Pallotta: "Senza infortuni la Roma sarebbe stata davanti alla Juve"

Il presidente giallorosso: "Ci batteremo per scudetto e Champions per molti anni"

Senza agli infortuni che hanno caratterizzato il 2014 della Roma a Trigoria si festeggerebbe la fine dell'anno da primi in classifica davanti alla Juventus. Ne è convinto il presidente giallorosso, James Pallotta, che incolpa proprio i numerosi contrattempi fisici per i punti persi finora in campionato. "Abbiamo rafforzato la squadra e penso che saremmo in testa se non fosse per alcuni problemi come ad esempio gli infortuni di Castan, che considero il miglior difensore del mondo, e Strootman, che tra l'altro vorrei ricordare non andrà al Manchester United - sottolinea il businessman di Boston che tornerà nella Capitale per lo scontro diretto con i bianconeri -. Credo che questa sosta farà molto bene alla squadra, e penso che per molti anni continueremo a combattere per scudetto e Champions League". 

Pallotta intervenendo ai microfoni di 'Roma Radio' ha parlato anche del via libera dell'assemblea capitolina sullo stadio: "È stato un sollievo avere il voto a favore, finalmente stiamo andando avanti col progetto. Se la Roma vuole continuare a competere sulla scena europea e mondiale c'è bisogno di un nuovo stadio. È estremamente importante per noi non solo dal punto di vista dei ricavi, che saranno reinvestiti nella squadra, ma anche per quanto riguarda l'esperienza dei tifosi. Il nostro obiettivo è fare uno stadio più sicuro, per le famiglie, puntiamo a una 'safe fan experience', e anche a beneficiare dell'ampliamento dell'aeroporto di Fiumicino che garantirà un afflusso di turisti ancora superiore". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I costi non saranno a carico della città - ricorda quindi Pallotta -, spenderemo centinaia di milioni di dollari in infrastrutture, creeremo almeno tre mila posti di lavoro durante e dopo la costruzione. Non si tratta di un progetto speculativo. Insieme al progetto per l'aeroporto farà capire a un sacco di gente che Roma è la migliore città in Europa e una delle più importati al mondo, se non la più importante". In attesa di sapere se il prossimo anno diventerà indimenticabile per i colori giallorossi, a Trigoria si archivia il 2014 con soddisfazione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento