Sport

La Lazio travolta dal Palermo 3 a 1

La Lazio regala un tempo al Palermo e Rossi si prende la rivincita: Reja ha ancora molto da lavorare. Decima sconfitta in campionato per i capitolini

La Lazio per la prima volta da avversario, in campionato, ritrova Delio Rossi. Clima stupendo al Renzo Barbera. Edy Reja, che ha reintrodotto negli allenamenti la solita amichevole del giovedì, sceglie Dias per sostituire l’infortunato Radu. Per il resto formazione confermata rispetto a Parma, con l’unica eccezione di Zarate al posto di capitan Rocchi. Sorpresa anche nella lista dei convocati: rientra Matuzalem, ma la cosa era annunciata, non c’è invece Baronio, rimasto a Roma.

Dopo appena 1' minuto Palermo in vantaggio: lancio di Nocerino per Hernandez, il giovane attaccante rosanero con un aggancio da fenomeno salta Kolarov e tutto solo davanti a Muslera non sbaglia. Avvio in salita per la Lazio che al 28' subisce il raddoppio del Palermo su calcio di rigore che Miccoli non sbaglia. Palermo 2-0 Lazio. Piove sul bagnato perché nell'episodio del penalty viene ammonito il portiere uruguayano che salterà la prossima partita di campionato contro la Fiorentina. Al 40' sussulto Lazio con una bell'azione di Floccari, che si libera di tre difensori, scarica in porta, ma trova un attento Sirigu. Primo tempo pessimo per i biancocelsti, raramente in partita
I biancocelesti, che si presentano nella ripresa con Julio Cruz al posto di Lichtsteiner provano a riaprire il match. Al 53' è Mauri che si trova a tu per tu con Sirigu, ma il centrocampista scivola incredibilmente. A veni minuti dalla fine è il Palermo però ad andare ancora in gol grazie al contropiede di Nocerino. Il centrocampista rosanero, sfrutta l'errato fuorigioco, salta Muslera e deposita il pallone in rete. Partita chiusa ma c'è ancora tempo, al 78', per il bolide del solito Kolarov dai 25 metri. Niente da fare per Sirigu. 3 a 1 e la Lazio che ripiomba nella zone buie della classifica.

La squadra di Reja è apparsa in vistoso calo rispetto alla vittoriosa trasferta di Parma. La difesam priva di Radu, ha mostrato limiti caratteriali, soffrendo la velocità di Miccoli ed Hernandez. Ledesma non è riuscito a dettare i tempi giusti, Mauri è stato spesso richiamato dal tecnico Reja perchè sprecava troppi palloni. Ora bisogna mettersi alle spalle, la decima sconfitta in campionato.

TOP

MATUZALEM 6: Getta nella mischia sostanza e qualità. Il suo ritorno dopo un mese e mezzo di assenza è una delle pochissime notizie positive dell’opaca giornata biancoceleste.

FLOP

MAURI 5: Vaga per il centrocampo subento la fisicità dei rosanero. Liverani gli nasconde spesso la palla. Si divora il gol del 2 a 1, non è la prima volta

ANDRE DIAS: 4,5: L'ex San Paolo è il simbolo di un'incerta difesa biancoazzurra. Miccoli gli fa venire il mal di testa. Anche come laterale non è il massimo

IL TABELLINO
:

PALERMO (4-4-2) - Sirigu; Cassani, Bovo, Kjaer, Balzaretti; Nocerino, Liverani, Migliaccio; Pastore (28' st Simplicio); Miccoli (17' st Budan), Hernandez (39' st Bertolo). (Benussi, Goian, Blasi, Bresciano). All: Rossi.

LAZIO (4-4-2) - Muslera; Lichtsteiner (3' st Cruz), Biava, Stendardo, Dias; Brocchi, Mauri (16' st Matuzalem), Ledesma, Kolarov; Zarate, Floccari (36' st Rocchi). (Berni, Firmani, Siviglia, Hitzlsperger). All: Reja. Arbitro: Rocchi.

Marcatori: 1' pt Hernandez (P), 28' pt rig. Miccoli (P), 29' st Nocerino (P), 34' st Kolarov (P).

Ammoniti: Biava (L), Muslera (L), Dias (L), Sirigu (P).



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lazio travolta dal Palermo 3 a 1

RomaToday è in caricamento