Oratorio cup, nel week end le finali

Finalmente ci siamo. Sabato 21 e domenica 22 aprile, presso il CS Torraccia, in via Francesco Paolo Bonifacio, a Roma, si svolgeranno le fasi finali della XIII edizione della ORATORIO CUP 2017/2018, un evento calcistico organizzato dal CSI, il Centro Sportivo Italiano - Comitato di Roma, che coinvolgerà 2000 atleti e 3000 persone al seguito delle squadre.

Nel corso del lungo weekend di sport si disputeranno 70 partite che alla fine daranno vita alle graduatorie finali per ben 11 categorie: Under 8, Under 9, Under 10, Under 11, Under 12, Under 13, Under 14, Under 16, Under 20, Open e Amatori. Sabato 21, all’interno della manifestazione, è in programma anche la 7^ giornata della IX edizione della Coppa del Sorriso, torneo di calcio a 5 per ragazzi diversamente abili, in particolare con disabilità cognitivo-relazionale.

L’Oratorio Cup può essere definita a pieno diritto la quintessenza dello sport di marca CSI. Non è semplicemente il campionato dedicato alle parrocchie e nemmeno un modo per far giocare i ragazzi, ma un progetto educativo e formativo ad ampio respiro e a lunga gittata, che coinvolge tutte le fasce d’età e unisce tutti i partecipanti in un grande coro di persone. Basti ricordare i numeri della passata stagione: 216 squadre, 2354 atleti, 321 educatori, 1211 partite disputate.

L’Oratorio Cup è una proposta educativa e formativa a misura di parrocchie, oratori ed istituti religiosi della provincia di Roma che, oltre a proporre attività sportiva per i ragazzi, dedica un percorso formativo a dirigenti, educatori ed allenatori.
La proposta sportiva si articola in un percorso motorio/sportivo studiato appositamente per ogni fascia d’età, coinvolgendo, soprattutto gli atleti più giovani, in diverse discipline.

La particolarità dell’Oratorio Cup è la presenza dell’addetto all’arbitraggio che ogni realtà sceglie e forma tramite incontri sul regolamento del Calcio a 5, e che mette a disposizione nelle gare casalinghe. È una figura molto importante che insieme agli allenatori e i dirigenti forma la terza squadra in campo, quella degli educatori. In questo spirito ogni realtà organizza a fine gara il IV tempo che è l’occasione per i ragazzi di mischiarsi e diventare amici. L’Oratorio Cup si conclude nella grande giornata di festa finale che vede tutte le squadre di tutte le categorie impegnate in gare che assegnano dalla prima all’ultima posizione.

IL CSI Centro Sportivo Italiano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro Sportivo Italiano (C.S.I.) è un'organizzazione non a scopo di lucro nazionale, fondata nel 1944 sul volontariato, riconosciuta quale Ente di promozione sportiva ed Associazione di promozione sociale che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell'uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. Educare attraverso lo sport è la missione del Centro Sportivo Italiano, in quanto vuole rispondere ad una domanda di sport qualificata sul piano culturale, umano e sociale.
Promuove lo sport come:
- strumento di prevenzione verso alcune particolari patologie sociali (quali la solitudine, le paure, i timori, i dubbi, le devianze dei più giovani);
- un’attività sportiva organizzata, continuativa, seria, promossa da educatori, allenatori, arbitri, dirigenti consapevoli del proprio "mandato" educativo;
- proposta sportiva nel rispetto delle età e dei bisogni di ciascun atleta, permettendogli in tal modo di scoprire il meglio di sé, di imparare a conoscere il proprio corpo, a valorizzarlo, a stimarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento