Sport

Olimpiadi 2020, è ufficiale: Roma tra le candidate

Sono 6 le città candidate ad ospitare le Olimpiadi del 2020. Lo ha reso noto il Cio, sul suo sito internet, ufficializzando i nomi delle candidate. Oltre Roma anche Madrid, Tokyo, Istanbul, Doha e Baku

Mancanno ancora 9 anni ma per 6 città mondiali il sogno è appena iniziato. Baku, Doha, Istanbul, Madrid, Roma e Tokyo, sono dunque le città in corsa per ospitare i giochi olimpici del 2020: queste sei città hanno infatti presentato la lettera di candidatura cofirmata dai rispettivi comitati olimpici entro il 1 settembre che era la data limite fissata dal Cio per la presentazione delle candidature. La prossima tappa della corsa per l'assegnazione delle Olimpiadi 2020 è fissata per il 15 febbraio 2012 data limite per la presentazione delle lettere di garanzia da parte dei comitati olimpici nazionali al Cio. L'elezione della città ospitante per il 2020 Olimpiadi si terrà il 7 Settembre 2013 a Buenos Aires. I criteri di valutazione si divideranno in due fasi. La fase 1, si concentrerà ora su una valutazione tecnica e sulla capacità delle città di ospitare i Giochi Olimpici nel 2020. Le città sono tenute a rispondere ad un questionario, e le loro risposte saranno studiate dal Cio. Dopo di che ci sarà una prima scrematura entro maggio 2012. La fase 2 si concentrerà su questioni operative dei Giochi. Le città candidata saranno invitate a presentare la propria candidatura, con una approfondita descrizione del loro progetto olimpico che sarà oggetto di una valutazione tecnica fatta dalla Commissione di valutazione del Cio, che farà visita alle città da febbraio ad aprile 2013. La valutazione della commissione del Cio sarà pubblicata in un report e inviata ai membri del Cio non più tardi di un mese prima del loro voto del 7 settembre. Particolare, è la questione che riguarda la candidatura della città di Doha. Il Cio ha accettato in linea di principio, le date proposte per l'organizzazione delle Olimpiadi del 2020 dal 20 settembre al 20 ottobre, chiedendo comunque puntuali rassicurazioni al fine di tutelare la salute degli atleti, la copertura delle trasmissioni e l'esperienza degli spettatori. Senza contare che Doha, come sottolinea il Cio, dovrà "adottare misure per proteggere la salute del pubblico e tutto lo staff tecnico e di supporto". Queste assicurazioni, saranno valutati dall'Executive Board a maggio 2012.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi 2020, è ufficiale: Roma tra le candidate

RomaToday è in caricamento