menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il circuito di Formula E dell'Eur cambia volto: ecco il nuovo tracciato

Nell'ultima edizione l’evento Rome E-Prix aveva generato un impatto economico positivo di ben 60 milioni di euro

Il circuito di Formula E dell'Eur cambia volto. A poco più di due mesi dal gran premio di Roma, in programma per il 10 aprile, viene svelato oggi il nuovo tracciato. Queste le novità più importanti: la partenza non sarà più sulla Colombo ma in largo Parri. Ci sarà un giro a 180 intorno all'obelisco. Ci sarà poi un tratto che collegherà il palazzo della civiltà romana con palazzo dei congressi. Sale al 25% la porzione di tracciato che attraversa aree verdi. 

Si tratta quindi di una pista rinnovata, molto sfidante per l'abilità dei piloti, che dovranno affrontare tre nuove curve veloci, un'ulteriore sezione di curve più tecniche e i classici sali e scendi caratteristici del vecchio circuito. 

“Il nuovo tracciato”, spiega l'organizzazione, “metterà in risalto ancora di più il contesto spettacolare che offre il quartiere EUR, passando davanti a Palazzo dei Congressi così come in Piazzale Marconi, e a partire da quest'anno anche di fronte all'iconico Palazzo della Civiltà Italiana, il cosiddetto Colosseo Quadrato. L'intero Parco del Ninfeo sarà inoltre incluso all'interno del perimetro della manifestazione”.

Il contributo dei residenti

Il layout della nuova pista ha visto una collaborazione positiva con i residenti e le aziende EUR, con l'obiettivo di ridurre al minimo le interruzioni nella mobilità durante le giornate precedenti e antecedenti alla gara. Il nuovo tracciato, nello specifico, coinvolgerà in modo superficiale Via Cristoforo Colombo e avrà quindi un impatto minore sul traffico cittadino. 

Il pubblico 

Per quanto riguarda la partecipazione del pubblico, che per questa edizione dipenderà dalle normative vigenti legate al Covid-19, la nuova disposizione non solo permetterà di ospitare tifosi in una vera e propria tribuna verde, quella del Parco del Ninfeo, ma darà anche la possibilità di allestire tribune più grandi e un Allianz E-Village sempre più ricco, accessibile e compatto che garantirà l'esperienza più completa possibile per gli appassionati. 

L'impatto della Formula E su Roma 

Fondamentale sarà anche l'eredità di Formula E per la città nel programma di Legacy: nell'ultima edizione l’evento Rome E-Prix aveva generato un impatto economico positivo di ben 60 milioni di euro e il nuovo circuito permetterà agli esercizi commerciali intorno a Via delle Tre Fontane e Viale Tupini di beneficiare della vicinanza alla pista, ospitando eventi per i partner di Formula E.

I lavori per l'allestimento della pista comprenderanno inoltre la riasfaltatura di gran parte del manto stradale coinvolto e la ristrutturazione totale del marciapiede di via Murri, segmento della città di particolare rilevanza storico-architettonica che rimarrà in eredità al quartiere.

L'assessore Daniele Frongia 

"Un nuovo tracciato che quest'anno girerà intorno ad un altro simbolo del quartiere Eur, il Palazzo della Civiltà Italiana noto come Colosseo Quadrato, e che mantiene il caratteristico sali scendi, uno degli aspetti più amati dai piloti che si sfidano nella nostra città, testimonia la costante ricerca di miglioramenti di performances con un'attenzione a minimizzare quanto più possibile l'impatto sulla mobilità cittadina. In questo anno segnato dalla pandemia la conferma della tappa di Roma ci ha particolarmente inorgogliti. Siamo impegnati da tempo, insieme con tutti gli attori coinvolti, nell'organizzazione della manifestazione e abbiamo vagliato tutti i possibili scenari al fine di garantire lo svolgimento di questo grande evento. L'importante patto che Formula E fa con le città ospitanti si traduce nella realizzazione di un progetto di legacy che ogni anno l'organizzazione fa con l'amministrazione capitolina, aspetto rafforzato anche in virtù degli accordi con Roma Capitale che vedono per i prossimi 5 anni la città protagonista della gara automobilistica. Un evento ormai entrato nel cuore di Roma che lascerà alla città investimenti sul territorio con ricadute positive e un notevole impatto economico" ha dichiarato l'Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia.

L'amministratore delegato di Eur Spa

Antonio Rosati, Amministratore delegato di Eur Spa, ha commentato: “Un evento importante per la città, che ben si colloca nelle nostre iniziative messe in campo in questi ultimi mesi. Una visione innovativa e creativa per fare dell’Eur un polo attrattivo per Roma. Ci impegneremo per supportare l’organizzazione, per una piena riuscita dell’evento, nel rispetto delle esigenze dell’intero quartiere”.

Renato Bisignani, General Manager Italia Formula E

Renato Bisignani, General Manager Italia Formula E, ha detto: "Con la proroga del nostro accordo con Roma Capitale per altri 5 anni abbiamo colto l'occasione per adattare il nostro tracciato e la nostra manifestazione, imparando dal passato e costruendo un piano a lungo termine per la Formula E all'EUR. Gli investimenti che abbiamo voluto dedicare a Roma in quest'anno difficile dimostrano il costante sguardo al futuro che è alla base della Formula E.  Quella di Roma è una delle piste preferite dai piloti e abbiamo cercato di lavorare mantenendo le stesse caratteristiche dal punto di vista sportivo, rendendo il percorso ancora più emozionante di quanto lo fosse già negli anni passati. Da molti addetti ai lavori è già considerata la pista più spettacolare ed esaltante del calendario, che rispecchia a pieno il DNA della Formula E, e l’auspicio è quello di ricevere lo stesso riscontro anche dai nostri tifosi". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento