Sport

Nicola Zalewski, il "polacco di Tivoli" che con la Roma ha battuto il Manchester United

La storia di Nicola Zalewski, nato a Tivoli da genitori polacchi che debutta con la Roma in Europa League portando alla vittoria i giallorossi

Minuto 83 di Roma-Manchester United. Una partita, un minuto, un pallone che Nicola Zalewski non dimenticherà mai. Il pallone calciato al volo di destro da Zalewski, al suo debutto con la maglia della Roma, grazie ad una deviazione di Telles, finisce alle spalle di De Gea e regala ai giallorossi la vittoria. Poco importa a Zalewski se la Uefa assegnerà l’autogol a Telles, una parte della vittoria della Roma di ieri porta la sua firma. "L’importante era vincere. Ringrazio i compagni e il mister per la fiducia mostrata nei miei confronti” commenterà il ragazzo al termine della partita.

Chi è Zalewski

Nicola Zalewski è nato a Tivoli il 23 gennaio 2002, figlio di Krzysztof Zalewski che, secondo quanto riporta Sky, rifiutò nel 1989 di prestare il servizio militare per il regime comunista e si trasferì a Roma, più precisamente in zona Monti Prenestini. Zalewski ha il pallone nel sangue. Inizia alla Nuova Spes a Poli, un piccolo paese ad un ora da Roma. Poi il giallorosso. La vita di Nicola si tinge di giallorosso grazie a Bruno Conti. L’ex campione della Roma mandò il suo osservatore Stefano Palmieri ad un torneo a Borgata Finocchio, zona Borghesiana. Era il 2011, e l’osservatore fu colpito da Zalewski. Subito la chiamata per il provino con la Roma e al termine Conti chiede al padre di lasciare il ragazzo alla Roma, che accettò. 

Caratteristiche tecniche 

175 cm, brevilineo, rapido ottimo tiro con il destro, bravo nella gestione del pallone e formidabile nell’uno contro uno. Così si parla di Zalewski che inizia a muovere i suoi passi a Trigoria. Si fa notare nell’under 16 dove si rende protagonista in un derby contro la Lazio vinto dai giallorossi per 7 a 2. Poi il passaggio alla Primavera di Alberto De Rossi. Inizia da centrocampista per poi trasformarsi ad esterno sinistro fino a trequartista. Il buon percorso del ragazzo si evince dalla chiamata della Polonia per il mondiale Under 20. A segnare il giovane calciatore alla Federcalcio polacca, un grande ex giallorosso, Boniek. Contro il Benvento il 18/10/2020 anche la prima convocazione in prima squadra, ma senza scendere in campo.

Il futuro

Il polacco di Tivoli ha una lunga carriera davanti, che almeno fino al 2024 sarà tinta di giallorosso. Zalewski ha già rinnovato con la Roma il precedente contratto che scadeva nel 2022. “Un sogno fin da bambino” ha commentato il calciatore sui social. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nicola Zalewski, il "polacco di Tivoli" che con la Roma ha battuto il Manchester United

RomaToday è in caricamento