Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Zarate non basta e la Lazio strappa un punto nella noia del San Paolo

La squadra di Ballardini, senza idee, si affida solo alle magie di Mauro Zarate e strappa un puntro al San Paolo contro un Napoli abulico. Nella Lazio bene Muslera e Stendardo al rientro. Gli ospiti ora sono in piena zona retrocessione

La Lazio è tutta nei dribling e nelle magie di Mauro Zarate, ma se il numero 10 biancoceleste non segna per gli uomini di Ballardini è buio pesto. Lo spettro della Serie B comincia a farsi sempre più concreto. Le due squadre affrontano la partita con pressioni decisamente diverse, Napoli sulle ali dell’entusiasmo e Lazio in serie negativa quasi infinita. I due allenatori si affidano a moduli offensivi ma i risultati sono alterni e abulici. Nell’avvio di match Maggio ha la grande occasione ma Muslera risponde da campione, successivamente Saccani nega un rigore alla Lazio per mani di Rinaudo.

Nella ripresa ci provano Lavezzi con un sinistro alle stelle, Saccani sorvola ancora su un episodio in area napoletana e Diakitè nel finale sfiora il goal vittoria impegnando De Sanctis nell’unica parata della sua partita. Modulo novità per i capitolini chiamati ad uscire da un periodo di crisi nera, il tecnico schiera Stendardo per la prima volta in stagione e fa fuori Rocchi in favore di Cruz. Matuzalem non recupera, idem per lo svizzero Lichtsteiner che parte dalla panchina. Le difese blindate mettono il segno “X” alla partita. Le chiusure di Campagnaro e Rinaudo da una parte e Stendardo e Radu dall’altra blindano le porte dei rispettivi portieri e distribuiscono perfettamente la posta in gioco. Difficile trovare una giocata degna della nostra rubrica, le uniche emozioni le regala Zarate con le sue accelerazioni impazzite.

Peccato che i compagni non lo seguano mai. Nella Lazio spiccano Stendardo, strepitoso ed eroico il suo rientro, e Radu, sempre attento a chiudere le falle dei compagni. Male Foggia, fumoso e inconcludente, Cribari ha sempre l’errore nel caricatore.

IL TABELLINO


NAPOLI-LAZIO   0-0

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis 6; Campagnaro 6.5, Rinaudo 5.5, Cannavaro 6; Maggio 6, Pazienza 6 (69’ Denis 6), Gargano 5.5, Zuniga 5 (59’ Datolo 5); Hamsik 5, Lavezzi 6.5; Quagliarella 5 (74’ Cigarini 6).  A disposizione: Gianello, Contini, Grava, Pià. All. Mazzarri 6

LAZIO (3-4-2-1): Muslera 6.5; Cribari 5.5 (69’ Diakitè 6), Stendardo 7, Radu 7; Brocchi 5.5, Baronio 6.5, Mauri 5.5, Kolarov 6; Foggia 5 (56’ Lichtsteiner 6.5), Zarate 6; Cruz 5.5.  A disposizione:  Berni, Eliseu, Meghni, Rocchi, Inzaghi. All.  Ballardini 6

ARBITRO: Saccani di Mantova 5

AMMONITI: Pazienza (N), Gargano (N), Cannavaro (N), Zarate (L), Radu (L), Cruz (L), Mauri (L) e Stendardo (L)

AZIONI SALIENTI


8' Lancio stupendo di Pazienza per Maggio che dalla destra taglia fuori Kolarov, stoppa di petto e si presenta davanti al portiere, ma Muslera esce da campione sui piedi dell'esterno e respinge il pallone

10' La Lazio ci prova con Zarate che prende palla e da circa 25 metri fa partire un destro che termina alto sulla traversa di De Sanctis.

15' Kolarov col sinistro da calcio di punizione cerca la porta, De Sanctis è attento e blocca la palla che era diretta in porta.

30' Episodio controverso per la Lazio: Zarate fa un numero pazzesco dei suoi, dalla sinistra ne salta due e si accentra, spara il destro a giro sul quale Rinaudo interviene con un braccio che però proteggeva la faccia. La Lazio reclama il rigore, l'arbitro non concede, ma Zarate viene ammonito per proteste.

75' Brutto episodio nell'area napoletana: Rinaudo marca Cruz sulla punizione per la Lazio, l'attaccante morde il braccio del difensore che gli risponde tirandogli i capelli e poi cercandolo con un gancio destro. Cruz cade a terra, ma Saccani non ha visto niente.


77' Bel tiro al volo di Hamsik su cambio di gioco dalla destra di Lavezzi, il sinistro dello slovacco però termina a lato per la disperazione dello stadio intero.

91' Ci prova da fuori DIAKITE' con un bel destro improvviso, De Sanctis però è attento.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zarate non basta e la Lazio strappa un punto nella noia del San Paolo

RomaToday è in caricamento