Nainggolan ai tifosi: "Odio la Juve, vincono per i rigori. Alla Roma per vincere"

Un botta e risposta con due tifosi all'uscita del Centro Sportivo di Trigoria, filmate con un cellulare e poi riprese dal Corriere dello Sport: "Hanno sempre vinto per un rigore, una punizione"

Frasi che fanno e faranno discutere. Radja Nainggolan si sfoga con due tifosi all'uscita del Centro Sportivo di Trigoria. Un botta e risposta ripreso con un cellulare e poi pubblicato dal Corriere dello Sport. Nessun giornalista, nessuna dichiarazione ufficiale, ma le parole del Ninja fanno rumore.

"Ho rifiutato offerte importanti, sarei potuto anche andar via. Io sono contro la Juve da quando sono nato, anche a Cagliari: odio la Juve a prescindere. Avrei dato tutto per vincere contro di loro quando ero a Cagliari. Allo Stadium col Cagliari non ho mai perso contro di loro. - dice con la sigaretta in mano - Li odio, perché hanno sempre vinto una volta con un rigore, un'altra con una punizione. Sono venuto, qui, nella Roma, perché volevo vincere qualcosa contro la Juve. Se non vinciamo lo scudetto, vinciamo la Coppa Italia, ve lo dico io. Fidatevi. Contro la Lazio, in semifinale, le vinciamo tutte e due".

Al tifoso che gli chiede di restare e di diventare come il Capitano, il belga risponde: "Non me ne frega niente di diventare come Totti". Parole che fanno rumore sui social. E non è la prima volta che Nainggolan si schiera apertamente contro la Juventus. Il Ninja ha una idea chiara: scucire lo Scudetto ai Campioni d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento