Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Una super Atalanta annienta la Roma e sogna l’Europa

La squadra di Delneri supera 3-0 i giallorossi grazie alla rete di Capelli e alla doppietta di Cristiano Doni; Totti e compagni tornano a casa con un pesante ko

La Roma di Luciano Spalletti, dopo l’ottima vittoria conquistata la scorsa settimana contro il Genoa di Gasperini, esce dalla trasferta di Bergamo completamente ridimensionata. Se i pensieri dopo il rotondo 3-0 rifilato ai liguri erano quelli di arrivare il più in alto possibile con la convinzione di poter tornare a lottare anche per i primissimi posti, la pesante sconfitta subita contro l’Atalanta cambia la prospettiva e riporta la squadra giallorossa a parlare solo ed esclusivamente di quarto posto e conseguente qualificazione in Champions League.

La rete di Capelli e la doppietta di Cristiano Doni hanno infatti mostrato palesemente alcuni limiti difensivi già venuti fuori nella trasferta di Catania qualche tempo fa.

Luciano Spalletti, tecnico della Roma, è intervenuto ai microfoni di ‘Sky’, commentando la disfatta: “Può succedere che ti abitui a vincere, e poi trovi realtà difficili come quella di oggi. Ci sta un po' di  nervosismo. Ogni tanto andiamo incontro a risultati abbastanza clamorosi, prendendo tanti gol dopo una serie di belle partite: sarà colpa mia, ci capita così da quattro anni. Noi non abbiamo mai parlato di secondo posto ma cerchiamo di risalire il più possibile, e il nostro obiettivo resta la quarta posizione. Poi succede che dopo tre o quattro vittorie si parli di secondo posto, ma così si travisa la realtà. Si diventa presuntuosi e diventa più difficile affrontare squadre che lottano su ogni pallone come l'Atalanta. Noi dobbiamo arrivare tra le prime quattro e non ci possiamo rilassare perché ora c'è il Siena e poi la Champions, ma oggi non abbiamo certo perso perché pensavamo all'Arsenal. Contratto? Ho altri due anni, pensiamo a domani: io sono tranquillo. Dopo oggi, me lo accorcerei il contratto: è fin troppo lungo...”.

Entusiasta invece Gigi Delneri, tecnico dell’Atalanta, che non nasconde la propria felicità intervistato dalla ‘Rai’: “Dobbiamo continuare su questa squadra. La Roma è una grande squadra, ma siamo riusciti, dopo l'Inter, a fare un altro 'scherzo' importante ma meritato. E' un onore per noi riuscire a battere le grandi squadre. Obiettivo Uefa? Non guardo la classifica, l'unico obiettivo dell'Atalanta è andare in campo con la mentalità giusta per vincere le partite”.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una super Atalanta annienta la Roma e sogna l’Europa

RomaToday è in caricamento