Morimoto schianta la Roma: il Catania di Zenga vola

La squadra siciliana batte 3-2 la Roma grazie alla doppietta di Morimoto e alla rete di Baiocco: inutili i gol di Vucinic e Menez

Walter Zenga batte la Roma 3-2: potrebbe essere questo il titolo da utilizzare per questa vittoria del Catania che sfrutta l’effetto Massimino e fa impazzire di gioia i propri sostenitori. Il tecnico dei siciliani prepara alla perfezione il match e sorprende tutti lasciando in panchina sia Martinez che Paolucci per lanciare dal primo minuto il giapponese Morimoto e il centrocampista Baiocco, finito molte volte in panchina quest’anno. Queste due mosse si riveleranno decisive perché le tre reti dei siciliani saranno realizzate proprio dai due calciatori.

Spalletti rinuncia inizialmente a Menez per schierare il tridente pesante Julio Baptista-Vucinic-Totti ma il capitano giallorosso é costretto ad uscire dal terreno di gioco al 31’ per un infortunio che potrebbe essere più serio del previsto: si parla infatti di lesione al flessore della coscia destra.

La squadra di Spalletti sbanda in difesa e nel giro di cinque minuti, dopo aver rischiato già precedentemente di andare sotto, subisce due reti quasi in fotocopia: al 34’ Perrotta si fa rubare il pallone da Mascara che si invola verso la porta avversaria e serve un assist d’oro per Baiocco che entra in area e beffa il portiere giallorosso Doni con un perfetto tocco sotto; al 40’ preciso lancio di Tedesco per Morimoto che stoppa ottimamente, brucia Juan in velocità e batte ancora Doni per il 2-0 del Catania. E’ una vera mazzata per la squadra giallorossa che subisce anche il 3-0 nella ripresa ancora per mano dell’indemoniato Morimoto. Spalletti resta impietrito in panchina mentre Zenga esulta sorridente.

La gara sembra chiusa ma la Roma riesce incredibilmente a riaprirla nel giro di quattro minuti: al 29’ é molto bravo Vucinic a saltare Stovini e bucare Bizzarri con un destro potente; al 34’ é il francese Menez che, al volo di sinistro, beffa un colpevole Bizzarri che si lascia passare la sfera sotto le gambe. La partita é riaperta e Spalletti butta nella mischia anche il giovane Okaka al posto di Brighi: é proprio l’attaccante giallorosso che al 48’ spreca di testa da ottima posizione non riuscendo a trovare lo specchio della porta sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

La Roma resta dunque a 23 punti in attesa di recuperare a gennaio la sfida con la Sampdoria mentre il Catania continua la sua splendida stagione chiudendo a 25 punti un 2008 da incorniciare.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento