Sport

Monteporzio Basket nella tana della Smit

Binetti: "Servono canestri da fuori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Una prestazione mostruosa, condita da 35 punti e da un dominio pressochè totale sotto canestro. Marco Binetti si è presentato così, domenica scorsa, ai suoi nuovi tifosi. Un contributo fondamentale, quello offerto dal pivot monteporziano, per incamerare il primo importantissimo successo in campionato contro un St. Charles partito alla grande ma domato alla distanza. "Nei primi due quarti abbiamo sofferto troppo le loro penetrazioni e siamo stati in generale poco reattivi - commenta l'ex Fondi - dal terzo in poi abbiamo iniziato a difendere ed è cambiata la musica". Merito di Mele, che è riuscito a spegnere le principali bocche da fuoco avversarie, e di un'intera squadra rientrata dagli spogliatoi con una determinazione e una concentrazione del tutto nuove. "Dobbiamo sicuramente migliorare, ma sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi - dice coach Palucci -. Sono sicuro che il St. Charles saprà farsi valere nel corso del torneo". In vista del match di sabato, in trasferta contro la Smit Roma Centro, si lavora molto sul perimetro. "I nostri prossimi avversari si preoccuperanno in prima battuta di difendere il centro area - continua Binetti - perciò serviranno canestri da fuori e rimbalzi. La mia scelta? Motivata anche da impegni di lavoro, ma sono sempre più convinto di aver deciso per il meglio. La società ha assoluta fiducia in me, io mi trovo veramente bene e mi sento parte di un gruppo importante, che vuole e può togliersi delle soddisfazioni durante questa stagione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monteporzio Basket nella tana della Smit

RomaToday è in caricamento