Martedì, 16 Luglio 2024
Sport

Milan-Roma 0-0, le pagelle: Marquinho incontenibile, follia Totti

Il capitano rovina una partita già poco esaltante con un fallo da espulsione su Mexes. Bene invece il brasiliano, il più pericoloso in zona gol. Bene anche Bradley e la difesa

Un pareggio inutile, che alimenterà rimpianti. Perché si erano creati i presupposti per una vittoria che avrebbe dato un significato all'ultima gara di campionato. Invece la Roma ha ora soltanto il derby di Coppa per poter riacciuffare l'Europa, ma per vincere servirà un atteggiamento diverso, e una Roma migliore di quella vista oggi a San Siro, soprattutto nel primo tempo.

Roma (3-4-2-1) Lobont 6,5; Marquinhos 6,5 Burdisso 6,5 Castan 6 Dodò 6; Bradley 7 Perrotta 5,5 (24’st Pjanic 5,5) Lamela 5 Totti 4 Marquinho 7 (27’st Florenzi s.v.); Osvaldo 5. A disposizione: Goicoechea, Svedkauskas, N. Lopez, Piris, Romagnoli, Lucca, Torosidis, Tachtsidis, Taddei, Destro. All. Andreazzoli 5,5

MIGLIORI TODAY

Marquinho 7 – Spesso emarginato da Zeman, rivalutato da Andreazzoli. Piazzato come esterno alto a sinistra, è sempre il più pericoloso dei suoi. Almeno 4 volte arriva alla conclusione, ma è la continuità della spinta, e l’efficienza nelle due fasi a rendere alta la sua valutazione

Bradley 7 – Come frangiflutti a protezione del pacchetto arretrato, palesa senso della posizione, e intelligenza tattica. Fondamentale il suo lavoro anche per la folta presenza di giocatori poco votati all'interdizione. Prezioso per i palloni rubati, subito trasformati in azioni offensive

Marquinhos 6,5 Più terzino di spinta che centrale destro nel terzetto arretrato. Ruolo nuovo nel quale si disimpegna con personalità e qualità. Dalle sue parti ci sarebbe un cliente scomodo come El Shaarawy, raramente pericoloso

PEGGIORI TODAY

Totti 4 – Sempre alla ricerca della giocata di prima, imprescindibile quando il gioco della Roma rallenta. Peccato per la scarsa assistenza dei suoi compari di reparto. Si innervosisce minuto dopo minuto, fino al gestaccio con il quale si fa espellere, chiudendo anzitempo la gara e il campionato. A quasi 37 primavere, certe reazioni bisognerebbe evitarle

Lamela 5 – Se vuole diventare membro stabile della Seleccion, deve fare il salto di qualità in gare come queste. Invece va nascondendosi, perdendo i pochi duelli che ingaggia. Una sola invenzione con cui ispira Marquinho, troppo poco

Osvaldo 5 – Come Lamela, si muove poco e male. Poca presenza in area di rigore, e leziosità spesso fini a se stesse. Cambio logico, e forse tardivo 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan-Roma 0-0, le pagelle: Marquinho incontenibile, follia Totti
RomaToday è in caricamento