Sport

Addio a Marco Solfrini: è stato un pezzo di storia della Virtus Roma

Argento con l'Italia a Mosca 1980, Solfrini è stato stroncato da un infarto a soli 60 anni

E' morto all'età di 60 anni Marco Solfrini, giocatore di basket bresciano attivo nella massima serie tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Novanta. Argento olimpico con l'Italia a Mosca 1980, Solfrini è stato stroncato da un infarto mentre si trovava alla fiera di Padova. 

Solfrini ha vestito la maglia della Virtus Roma dal 1982 al 1986 vincendo Scudetto, Coppa dei Campioni, Coppa Intercontinentale e Coppa Korac, diventando uno dei giocatori più amati dalla gente virtussina grazie alle sue spettacolari giocate acrobatiche e al suo prezioso contributo in tutte le grandi vittorie di quegli anni. Per lui anche 68 presenze in Nazionale con un argento olimpico a Mosca 1980.

"La Virtus Roma accoglie con immenso dolore la notizia dell’improvvisa scomparsa di Marco Solfrini, colonna della Virtus campione d’Italia e d’Europa", si legge in una nota. La società, "si unisce al profondo cordoglio dei famigliari di Marco partecipando a questo momento di grande dolore".

Nel corso della sua carriera da giocatore e da dirigente, Solfrini ha legato in maniera indissolubile il proprio nome al basket bresciano. 

“Per me Marco era come un fratello, una persona buona e umile che viveva per la pallacanestro – ha detto Matteo Bonetti, patron del Basket Brescia Leonessa -. Una leggenda della pallacanestro bresciana e nazionale, ma soprattutto una persona gentile ed educata, con la quale amavo scambiarmi sempre delle opinioni. Una persona sempre positiva, capace con il suo esempio e il suo lavoro di far crescere la pallacanestro a Brescia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Marco Solfrini: è stato un pezzo di storia della Virtus Roma

RomaToday è in caricamento