Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport

M. Roma Volley – Casa Modena 2-3 | Una sconfitta che vale un successo

Una splendida M. Roma Volley perde per un soffio il match contro Casa Modena, la quarta potenza del campionato

La M. Roma Volley ha ritrovato gioco e sostanza pur perdendo 2-3 (26-24, 25-19, 20-25, 26-28, 16-18) contro una bella Casa Modena. Al PalaTiziano gli uomini di Giani hanno dimostrato di saper essere una squadra vera, mettendo in difficoltà la compagine di Baglioni, oggi quarta in classifica. Il tecnico di Sabaudia, però, si è affidato ai suoi senatori: Cisolla e Corsano, lasciando in panchina Maruotti e Paparoni. La scelta è sembrata azzeccata visto che i due “vecchietti”, hanno dato maggiore sicurezza a tutta la compagine capitolina, che finalmente ha riscoperto il collettivo. Certo, forse Cisolla si è fatto murare qualche palla di troppo, ma per questo bisogna elogiare i modenesi e soprattutto i due centrali Piscopo e Sala, che hanno finito il match entrambi in doppia cifra con uno score, rispettivamente, di 14 e 15 punti. La M. Roma, invece, al centro ha sofferto nuovamente la mancanza di Bjelica. Se Lebl si è ancora espresso su alti livelli (13 punti per lui), Passier ha nuovamente stentato. L’australiano ha messo ancora in luce tutti i suoi limiti in battuta, tanto che negli ultimi due set, Giani gli ha preferito al servizio capitan Paolucci. Quest’ultimo, titolare nell’incontro contro Padova, ha rilasciato il posto in regia a Boninfante, che ha ben diretto l’orchestra neroverde, tendendo testa al suo collega gialloblù Esko. Zaytsev e Sabbi, invece, hanno giocato una partita stratosferica, se pensiamo che il primo ha siglato 31 punti, mentre il secondo 28. Con il punticino conquistato la M. Roma Volley mantiene l’ottavo posto in classifica. Domenica 15, affronterà la capolista Lube Banca Marche Macerata, un’anticipazione del quarto di Coppa Italia in programma il 25 gennaio.

 
La partita – L’inizio del match è segnato dall’assenza dei tifosi m.romanisti, che in polemica contro l’atteggiamento remissivo dei giocatori neroverdi nelle ultime due partite hanno deciso di disertare gli spalti per tutta la prima frazione di gioco. La M. Roma non sembra, però, quella che ha perso contro Piacenza e Padova tanto che i primi due set parlano romano. Nel primo i neroverdi soffrono ma hanno la meglio ai vantaggi su Modena per 26-24, mentre nel secondo dimostrano una padronanza territoriale che li conduce a chiudere presto il parziale con un perentorio 25-20. La terza frazione di gioco è contraddistinta dall’equilibrio, fino a quando il gialloblù Anderson (5 ace per lui) infila una serie di battute che pone una corposa distanza tra le due compagini, tanto che Modena si aggiudica agevolmente il set per 25-20. Il quarto parziale è segnato dall’incertezza. E solo una grande difesa modenese su un contrattacco di Cisolla, nel contesto dell’unico match point giocato dai capitolini, preclude alla M. Roma i tre punti in palio. Nelle battute seguenti, infatti, Casa Modena prima raggiunge e poi supera la squadra di Giani. Il tie break è un crogiolo di emozioni. Modena va avanti e si porta 8-5 al cambio campo. La M. Roma, però, reagisce: prima agguanta e poi supera la squadra di Daniele Bagnoli. Sul 13-11 per i capitolini l’epilogo sembra segnato. Modena però a sua volta recupera, costringendo Zaytsev (Mvp del match) e compagni ancora alla roulette russa dei vantaggi, che la compagine più titolata d’Italia si aggiudica per 16-18.
 
Andrea Giani (allenatore M. Roma Volley): “Abbiamo giocato una buona partita anche se abbiamo sciupato un match point. Brava Modena che ha fatto una grandissima difesa. Peccato per il terzo set, con quel gap incredibile fatto da Anderson in battuta che ci ha praticamente tagliato le gambe. Poi ce la siamo giocata punto a punto e non l’abbiamo spuntata”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M. Roma Volley – Casa Modena 2-3 | Una sconfitta che vale un successo

RomaToday è in caricamento