Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Djedovic Show: la Lottomatica passeggia contro Montegranaro

Primo successo del 2011 per la Virtus. La Final Eight torna ad essere un obbiettivo possibile. Merito del giovane Djedovic capace di trascinare la truppa di Boniccioli ad un facile successo

Roma conquista la prima vittoria del 2011. I capitolini domano senza troppi grattacapi Montegranaro e tornano a sperare nella qualificazione per le Final Eight di coppa Italia. La Virtus aggancia infatti il folto gruppo delle contendenti a quota 12 punti e nelle prossime due partite potrebbe completamente cambiare il corso della sua stagione.

Nihad Djedovic fa la parte del leone. Il giovane esterno fa letteralmente stropicciare gli occhi al pubblico presente e sovrasta gli avversari con un mix di tecnica e fisicità che raramente è possibile ammirare nel desolante quadro del campionato nostrano.

La Lottomatica cavalca la grande giornata del suo pupillo e si gode una serata tranquilla, gli ospiti non riescono a sfruttare i soliti (ormai fisiologici?) blackout dei padroni di casa a cavallo del primo e secondo tempo, e si perdono quasi completamente nei minuti finali.

In attesa del debutto di Gordic (ancora in attesa di tesseramento per presunti disguidi burocratici), il reparto esterni della Virtus prosegue a non convincere appieno ed il rendimento superbo di Djedovic sta probabilmente mascherando il relativo impatto di Vitali e del monocorde Washington.

Note più positive arrivano dal pacchetto lunghi; Traorè sta uscendo dal guscio e con un pizzico di maggiore presenza difensiva potrebbe rivelarsi uno dei migliori giocatori interni del campionato.

La truppa di  Boniciolli parte subito forte e sigla Il 5-0 iniziale, la Fabi Shoes non si lascia però impressionare e grazie al grande lavoro di Maestranzi in cabina di regia griffa un controparziale che fissa il tabellone sul 5-7. L’ex Allan Ray e la verve di Ivanov fanno notare lo svagato approccio difensivo dei locali, ma la partita è vivace e alquanto combattuta.

A scavare il primo solco ci pensa un fantastico Nihad Djedovic che con le sue giocate di pura energia trascina i compagni sul  23-15. Traorè domina in vernice, e forse per la prima volta in stagione i padroni di casa giocano in modo fluido e convincente. Il primo quarto si chiude sul 32-19.

Nella seconda frazione l’impatto della panchina dei romani lascia a desiderare e la Fabi Shoes torna a contatto, Bobby Jones aumenta il numero dei giri mentre Vitali come consuetudine fatica ad orchestrare il gioco dei compagni. Gli ospiti si fanno sempre più minacciosi (38-33) e Roma come al solito spegne completamente la luce a ridosso del riposo lungo. Montegranaro non ne approfitta integralmente anche per qualche problema di mira nel tiro da fuori, il punteggio si arena sul 42-34. Il tandem Cavaliero –Cinciarini sveglia la partita e traghetta i marchigiani negli ultimi minuti del primo tempo che si conclude sul 52-48. La difesa a zona di Pillastrini non paga particolari dividendi.

Alla ripresa delle ostilità è di nuovo la fisicità in vernice a  permettere ai romani di non pagare dazio alla confusione dei suoi play, Nihad Djedovic sale di livello e spesso si prende la briga di organizzare i possessi in luogo di Vitali o di .

La singolare creatura di Boniciolli chiama il numero di Gigi Datome al momento giusto e l’esplosivo esterno sardo fornisce un impatto offensivo che tiene a distanza Montegranaro. Luca Vitali conquista qualche applauso con un paio di triple importanti e Roma amministra senza patemi vantaggi in doppia cifra. Sul 71-59 la Fabi va in confusione (anche perché Maestranzi non è all’altezza della sua fama) e comincia ad infrangersi contro la difesa della Lottomatica con poca lucidità.

La Virtus non uccide la partita e gli avversari hanno diverse possibilità per riaprire la la gara nell’ultimo quarto, Pillastrini però non trova le giuste alchimie per ottenere qualcosa di più dai suoi uomini più rappresentativi.

La partita scivola via senza grandi spunti di interesse, a scaldare l’ambiente interviene ancora Nihad Djedovic che  raccoglie applausi in continuazione per la sua efficacia e soprattutto per la sua grande “voglia” che trascina letteralmente i compagni. I locali archiviano la gara senza sudare troppo nel finale; le prossime due gare segneranno indelebilmente la stagione virtussina, ormai è vietato sbagliare.


MVP: Djedovic.
Un giocatore speciale che genera situazioni per i compagni ed impatta la partita in modo decisivo.
Aiuta a rimbalzo (12!), difende con nerbo, a tratti fa il playmaker e con buoni risultati.
Una prestazione fantastica, ottenuta con disarmante (apparente) facilità.



Lottomatica Roma-Fabi Shoes Montegranaro 88-73

Roma: Smith 7, Tonolli ne, Washington 11, Vitali 8,Crosariol 11, Traore 13, Datome 7, Djedovic 18, Marchetti ne, Heytvelt, Dasic 13, Iannilli ne. All.: Boniciolli.

Montegranaro: Ford 13, Jones 11, Antonutti, Cavaliero 9, Maestranzi 7, Ray 11, Canavesi , Cinciarini 7, Ongenaet ne, Ivanov 15. All.: Pillastrini.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Djedovic Show: la Lottomatica passeggia contro Montegranaro

RomaToday è in caricamento