Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Lottomatica Roma batte Benetton Treviso 84-73

La Lottomatica Roma batte Benetton Treviso dando il meglio nel finale e aiutandosi un po' nella classifica. La Benetton resta inchiodata a due miseri punti e molti nomi già in discussione

Roma vince la sfida delle pericolanti di lusso e permette alla sua anemica classifica di fare un piccolo passo in avanti. Treviso viene travolta nel finale dalla furia agonistica dei padroni di casa, la truppa di Repesa ha duramente impegnato i locali ma nel secondo tempo ha evidenziato chiaramente i limiti di un roster poco profondo e decisamente mediocre sul piano qualitativo. Boniciolli deve ancora lavorare molto sulla chimica offensiva e sulla tenuta difensiva del pacchetto lunghi, la Virtus ha giocato una gara molto intensa e decisa ma solo nell’ultimo quarto ha trovato le giuste alchimie per conquistare la vittoria contro un avversario alquanto modesto. La Benetton resta inchiodata a due miseri punti, con una sola vittoria in cambusa e molti nomi già in discussione.

L’avvio di primo quarto terrorizza il pubblico locale, gli ospiti infatti volano facilmente sullo 0-10 e l’insoddisfazione dei tifosi Virtus esplode con fischi e cori polemici. Toolson e Motiejunas crivellano facilmente la retina, grazie alla completo blackout difensivo in casa Virtus. Treviso ha in mano l’inerzia della partita ma è incapace di profittarne, gli ospiti infatti accumulato un vantaggio in doppia cifra scendono improvvisamente di intensità. Roma impiega quasi sette minuti per mettersi in moto (con il primo canestro dal campo arrivato praticamente a metà quarto), ma tanto basta per chiudere la prima frazione 11-18. Censurabili le statistiche del primo quarto, con valutazioni medie complessive e percentuali dal campo orrende, sulla falsariga delle ultime esibizioni dei capitolini.

Nel secondo quarto sale in cattedra il redivivo Giachetti e la squadra si desta improvvisamente, il play della Virtus accende la squadra con un mix di  penetrazioni ed assist, un iniezione di vitalità che manda in crisi i compassati trevigiani e mette in ritmo gli spauriti compagni. La Lottomatica con il passare dei minuti diventa sempre più aggressiva e comincia a sporcare con encomiabile efficacia le linee di passaggio nemiche, la Benetton fatica a far circolare il pallone (imbarazzante il rendimento degli esterni) e imbarca un parziale di 13-0 che lancia definitivamente Roma. Salgono in cattedra anche Heytvelt e Crosariol, la Lottomatica prende il controllo del pitturato e chiude il primo tempo a contatto con gli avversari (30-32)

 Alla ripresa delle ostilità c’è solo la classe del prospetto Donatas Motiejunas a tenere sulla linea di galleggiamento gli ospiti, Roma ormai è lanciata e l’ispirato Giachetti continua a mettere a ferro e fuoco la partita con una serie di triple circensi. Il 3/3 dall’arco del play locale manda definitivamente in fumo le fragili resistenze della Benetton, la Virtus difende con più vigore e con il passare dei minuti anche Dedovic diventa un fattore. Nicevic e l’acciaccato Brunner restano presto senza benzina e la gara scivola rapidamente nelle mani dei capitolini .A fine terzo quarto arriva persino contributo da Charlie Smith che con un paio di giocate d’alta scuola manda in visibilio i propri tifosi e raccoglie i primi applausi della sua esperienza virtussina.

Nel quarto periodo non c’è storia, Roma gestisce il punteggio con relatività facilità mentre ogni possesso offensivo dei biancoverdi si trasforma in una vera e propria avventura. Repesa mastica amaro ma non ha frecce al suo arco, il solo  Motiejunas (18 punti) non può bastare a salvare la baracca. Roma vince a rimbalzo nettamente (37 a 23 il saldo) e vede finalmente un po’ di luce in fondo al tunnel. La truppa di Boniciolli entra tra i fischi ma esce tra gli applausi.
Domenica prossima è in  programma la dura trasferta a Milano con l’Armani, le scarpette rosse sono la miglior squadra del campionato ma i capitolini negli ultimi anni hanno sempre ben figurato contro l’Olimpia. Una vittoria potrebbe lancia definitivamente la Lottomatica verso le final Eight di Coppa Italia.

MVP: Giachetti. Un monumento alla grinta e alla determinazione. Non sempre è lucido e produttivo ma la sua verve umilia Markovic e Bulleri. Innesca magistralmente Crosariol in un paio di occasioni e per una sera trasforma l’enigmatico lungo in un clamoroso fattore. Segna da distanza siderale e trascina la squadra nel momento del bisogno. Il suo impatto va ben oltre i 24 punti a referto.

Lottomatica Roma-Benetton Treviso 84-73
(11-18, 30-32, 57-55, 84-73).
Rimbalzi: Roma 37  - Treviso 23
Roma: Giachetti 24 (2/3, 4/5), C. Smith 12, Tonolli ne, Washington 4, Vitali 3, Crosariol 7, Traore 2 , Datome, Djedovic 16 (3/3, 2/5), Heytvelt 12 (4/5), Dasic 4, Iannilli ne. All.: Boniciolli.
Treviso: Cazzolato ne, D. Smith 8 (4/8, 0/2), Markovic 13, Bulleri 4, Nicevic 10 (5/8), Motiejunas 18 (3/5, 1/2), Cuccarolo ne, Gentile ne, Peric 2 , Wojciechovski ne, Brunner 4 (2/5), Toolson 14 (. All.: Repesa.
Valutazione: Roma 107 (Giachetti 25), Treviso 73 (Motiejunas 20).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lottomatica Roma batte Benetton Treviso 84-73

RomaToday è in caricamento