rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Sport

Lottomatica ko: la Virtus Bologna si impone 89-74 e la scavalca al secondo posto

La squadra di Gentile esce sconfitta dal big match della 23.a giornata lasciandosi così superare dalla Virtus Bologna, ora seconda in virtù degli scontri diretti (2-0 per i bolognesi)

Un grande Langford permette alla Virtus Bologna di vincere la fondamentale sfida contro la Lottomatica Roma portandosi così momentaneamente al secondo posto quando mancano sette sfide al termine del campionato.

Una vittoria pesante (89-74) che non lascia molti dubbi sull’andamento del match che ha visto protagonisti indiscussi Langford (23 punti) e Boykins (20) per i bolognesi con il solo e solito Jaaber (24 punti) che ha cercato in tutti i modi di evitare la sconfitta per Roma.

I parziali sono stati tutti a favore della Virtus (21-15; 46-34; 63-58) che è riuscita ad amministrare il match portandosi a casa due punti molto importanti in chiave play-off. Male per la Lottomatica Douglas e Brezec che sono incappati in una giornata storta proprio quando serviva il loro apporto.

 Molto lucido il commento di Nando Gentile, tecnico della Lottomatica, che a fine gara ha dichiarato: “Bologna ha vinto anche perchè ha tirato con percentuali molto alte, soprattutto Langford. – ha detto Gentile come si legge su ‘La Gazzetta dello Sport’ - Questo giocatore lo conosco dai tempi di Soresina e non l’avevo mai visto segnare a referto un 4/4 dalla lunga distanza. Poi hanno vinto anche grazie a Boykins, uno molto esperto, che ha la grande qualità di capire sempre bene la partita. Da parte nostra è stata una partita dove abbiamo commesso parecchi errori che dobbiamo e possiamo evitare. Comunque posso dire che mi sento tranquillo e ottimista per il futuro della nostra stagione. Douglas? E’ vero che per lui è stata una bruttissima serata al tiro. Ma può succedere, capita ai grandi campioni e può capitare anche a lui che tante altre volte ha fornito ottime prestazioni al tiro. Sono contento di questo ragazzo, si allena sempre bene ed è positivo per il nostro gruppo. Brezec? L’ho visto molto nervoso e non so spiegarmi il perchè. Ha subito molto presto un fallo tecnico, che mi ha costretto a tenerlo in panchina. Lui comunque deve dare tanto a questa squadra e lo può fare. Mancano ancora sette partite e c’è tempo per migliorare. Nel complesso posso dirmi abbastanza soddisfatto dei ragazzi. Certo, ci sono cose da migliorare e alcune partite da leggere meglio. Personalmente non ho problemi per il piazzamento nei playoff; non ritengo indispensabile arrivare secondi, possiamo arrivare anche più dietro ed in passato, da giocatore, ho vinto anche campionati in situazioni del genere. Sarà invece fondamentale giungerci pronti sia mentalmente, che fisicamente”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lottomatica ko: la Virtus Bologna si impone 89-74 e la scavalca al secondo posto

RomaToday è in caricamento