Razzismo, Lotito: "Si vuole sempre criminalizzare la Lazio"

Patron biancoceleste: "Faremo ricorso. La chiusura dello stadio mina la par condicio delle gare"

"Faremo ricorso. Faccio un appello ai tifosi di mantenere comportamento di rispetto delle regole. Devo però anche sottolineare che ultimamente queste chiusure vengono attuate in modo abnorme per cose non razziste. Si sta creando una criminalizzazione a priori della Lazio".

Il presidente biancoceleste, Claudio Lotito, commenta così il turno a porte chiuse disposto dalla Uefa per i cori razzisti, gli striscioni "inappropriati"e l'uso di materiale pirotecnico nel corso della partita di Europa League con il Legia Varsavia del 19 settembre scorso. 

"Capisco che c’è gente che non è educata nei confronti degli ospiti che hanno messo a ferro e fuoco la città, sono stati fermati dalla polizia - rileva il patron laziale intervenendo ai microfoni di Sky -. Poi, se questa delegazione Fare (Football Against Racism in Europe, ndr), che non è dell'Uefa, abbia sentito che alcuni supporter laziali abbiano usato parole insultanti verso i supporter polacchi, se uno va negli stadi, tutti andrebbero chiusi, anche perchè si sta creando una criminalizzazione a priori della Lazio molto ingiusta, perchè legata ad una storia che ora non c’è più e chi ne fa le spese è la società che nonostante i suoi sforzi ne paga solo i danni e non è giusto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La chiusura di uno stadio – prosegue Lotito - non è solo un danno economico ma mina l’equilibrio e la par condicio delle gare, e ciò non è regolare. Se abbiamo responsabilità della società, potrei capirlo, ma in questo caso la sanzione mi pare esagerata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento