Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Lazio, è polemica per il volantino "no" donne degli ultras. "La Nord è luogo sacro"

Nel foglio si legge che per gli ultras biancocelesti "la Nord rappresenta un luogo sacro" e che "lo stadio non è un'alternativa alla spensierata e romantica giornata a Villa Borghese"

Il volantino diffuso da alcuni tifosi laziali, parte di un sedicente direttivo, sta facendo il consueto giro di giornali e social. "No alle donne nelle prime dieci file della Curva Nord", questo il succo del discorso, perché le prime file sono "una linea trincerata" e lo stadio non è "un'alternativa alla spensierata e romantica giornata a Villa Borghese".

Naturalmente gli autori di questo capolavoro hanno fatto a pugni anche con la grammatica, oltre che con il senso civico: "Donne", "Mogli", "Fidanzate", tutte con la lettera maiuscola, forse per una perversa forma di rispetto, chi lo sa. Non è la prima volta che in curva laziale girano volantini di dubbio gusto, come quello dello scorso anno quando alcuni tifosi bianco-celesti che avevano attaccato delle figurine di Anna Frank con la maglia della Roma.

Tanti i commenti sui social. "In Arabia Saudita le donne possono finalmente entrare negli stadi, ma in settori dedicati e senza contatti con gli uomini. Si sono ispirati alla curva nord", scrive Ulixes. "Ma le donne laziali non dicono nulla?", domanda Laura. "Quei biglietti in curva nord sono misogini e discriminatori nei confronti delle donne, spero che il tutto arrivi alla Lazio, deve prendere dei provvedimenti", è il pensiero di Silvia.

curva nord lazio no donne-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, è polemica per il volantino "no" donne degli ultras. "La Nord è luogo sacro"

RomaToday è in caricamento