rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

La Lazio vince la Coppa Italia Primavera. Lotito: "5 talenti in prima squadra"

"Il merito è dei ragazzi che sono stati bravissimi - ha detto Inzaghi a Raisport -: il risultato è fin troppo severo nei confronti dei viola"

Dopo 35 anni la Lazio si aggiudica la coppa Italia Primavera. La formazione di Simone Inzaghi, infatti, già forte del 3-1 ottenuto a Formello, ha espugnato stasera l'Artemio Franchi di Firenze, battendo la Fiorentina per 4-2. Decisive le reti siglate nel primo tempo da Lombardi e Crecco e, nella ripresa, da Minala e ancora Crecco. Inutili, invece, quelle realizzate allo scadere della prima e della seconda frazione dal viola Bangu (a cui Strakosha ha parato anche un rigore). 

I biancocelesti campioni d'Italia in carica riportano a casa una Coppa che manca in bacheca dalla stagione 1978-79, bissando così un successo che risale ormai a 35 anni fa. Per Simone Inzaghi, già tecnico degli Allievi Nazionali, invece, si tratta del primo trofeo conquistato con la Lazio Primavera che guida da gennaio, quando Alberto Bollini è stato promosso in prima squadra come vice allenatore di Edy Reja, subentrato al licenziato Vladimir Petkovic. Curiosamente, quest'anno ha vinto anche suo fratello Pippo, che guida la Primavera del Milan che ha conquistato il Torneo di Viareggio. Al termine del match, sia Simone Inzaghi che Bollini sono stati festeggiati a lungo dai giovani biancocelesti, sotto lo sguardo del patron Claudio Lotito e del ds Igli Tare.

Claudio Lotito, entusiasta, commenta così a Lazio Style Radio: "La Primavera è il nostro fiore all'occhiello, il prossimo anno porteremo almeno cinque talenti della Primavera in prima squadra. Sicuramente inizia a prendere corpo il progetto - dice a Lazio Style Channel - e la Primavera sta dando i suoi frutti. Siamo sempre in condizioni apicali: siamo primi in classifica, abbiamo rivinto la Coppa dopo 35 anni, l'anno scorso abbiamo vinto il campionato". 

Il numero uno biancoceleste rende quindi merito al suo staff tecnico, a partire da Simone Inzaghi che ha ricevuto il comando della Primavera dopo la promozione di Alberto Bollini in prima squadra.

"Abbiamo creato delle sinergie - spiega -, infatti abbiamo catapultato Bollini vicino Reja, per creare un collegamento tra la Primavera e la prima squadra. Ci sono tutte le premesse che questo settore esploda e dimostri tutto il suo valore. Inzaghi? L'ho inserito in organico sapendo che avrebbe fatto bene, con il tempo ricoprirà ruoli sempre più importanti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lazio vince la Coppa Italia Primavera. Lotito: "5 talenti in prima squadra"

RomaToday è in caricamento