Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Lazio, una vittoria che sa di salvezza

I biancocelesti espugnano il Marassi e battono per 2 a 1 il Genoa. Reti di Dias e Floccari. Nel secondo tempo espulso Edy Reja

La Lazio espugna Genova e compie un decisivo passo verso la salvezza. I ragazzi di Reja, battono il Genoa a Marassi, in rimonta per 2-1. La Lazio inizia bene ma va sotto dopo soli 8 minuti per il terzo gol in due partite di Palacio. I biancocelesti non demordono e già nella prima frazione compiono il sorpasso con le reti di Dias al 25' e Floccari al 32' (viziata da un millimetrico fuorigioco). Nella ripresa, espulsi Bocchetti e l'allenatore della Lazio Reja.

La Lazio si presenta al Marassi con tante assenze importanti: Ledesma, Kolarov e Stendardo. Così Reja rispolvera Baronio e Del Nero. I padroni di casa, alla ricerca di un posto in Europa League, passano all'ottavo grazie a una furbata di Milanetto che batte velocemente una punizione al limite servendo Palacio che, con una bella conclusione di destro da fuori, batte Muslera per il vantaggio rossoblu. La Lazio, però, non si disunisce e scaccia via i fantasmi. Mauri va vicino all'eurogol sforando l'incrocio dei pali difesi da Scarpi.  Gli aquilotti, umili e volitivi in mezzo al campo, nel giro di sette minuti cambiano definitivamente il match. Da calcio d'angolo Andre Dias, complice un'uscita a vuoto di Scarpi, pareggia l'incontro e dopo pochi minuti è l'ex Floccari a portare avanti gli ospiti. Una rete, quella del 2-1, viziata da un fuorigioco dell'attaccante calabrese. La Lazio insiste e in contropiede centra l'incrocio dei pali con Rocchi.

Gasperini prova a dare vitalità ai suoi inserendo Sculli e Fatic ma il Geno non riesce a raddrizzare la partita complice anche la buona tenuta difensiva della Lazio che prova anche a fare male in contropiede.  L'arbitro Morganti in pochi istanti sanziona l'espulsione a Bocchetti (doppio giallo) e allontana mister Reja dalla panchina. Per l'ex tecnico di Vicenza e Napoli è la terza espulsione in campionato, la seconda al Marassi. Paradossalmente, in 10 il Genoa gioca meglio: Criscito, su angolo di Milanetto, colpisce a tre passi dalla porta laziale e fortuna di Muslera è trovarsi praticamente la palla in braccio. Ci prova anche Sculli ma la Lazio dorme sonni tranquilli e guadagna tre punti che, anche se non danno la certezza matematica, sono fondamentali in chiave salvezza.

TOP

ANDRE DIAS 7: Questo è un bel giocatore. Il difensore brasiliano, dopo aver annullato Toni nel derby, gioca bene anche a Genova trovando la sua seconda rete in campionato. Forza fisica, senso tattico e grande stacco aereo sono le doti di questo ragazzo che al suo arrivo in Italia sembrava un oggetto misterioso. Piace anche a Dunga e potrebbe addirittura andare al mondiale.

FLOP


MAURO ZARATE 5,5: E' vero forse da lui ci si aspetta sempre troppo. Ma è pur vero che Reja lo inserisce per tenere palla e offendere invece lui produce solo un cross pericoloso e una serie di dribbling inutili. E' troppo fumoso e poco cinico. Suo fratello, nonché suo procuratore, dovrebbe parlare di questo con Mauro e non continuare ad attaccare la gestione di mister Reja

IL TABELLINO




Genoa (3-4-3): Scarpi 5; Papastathopoulos 6, Moretti 6 (26' pt Mesto 5,5), Bocchetti 5; Tomovic 5,5 (6' st Fatic 6), Juric 6, Milanetto 5,5, Criscito 6; Palacio 6,5, Acquafresca 5, Palladino 5 (16' st Sculli 6). A disposizione:  Amelia, Zapater, El Sharaawi, Boakyue. All.: Gasperini.

Lazio (3-4-1-2): Muslera 7; Biava 6,5, Dias 7, Radu 6; Lichtsteiner 6, Brocchi 6,5, Baronio 6, Del Nero 6 (47' st Siviglia sv); Mauri 6; Rocchi 6,5 (21' st Zarate 5,5), Floccari 7,5 (29' st Cruz 6). A disposizione: Berni, Diakité, Firmani, Hitzlsperger. All.: Reja.

Arbitro: Morganti

Ammoniti: Bocchetti (G), Lichtsteiner (L), Del Nero (L), Radu (L), Palacio (G), Zarate (L)

Espulso: Reja (all.Lazio) al 20' st; 24' st Bocchetti (G) per doppia ammonizione
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, una vittoria che sa di salvezza

RomaToday è in caricamento