Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Lazio, teloni a Formello. Contro la Roma verso il 4-3-3

Le novità principali arrivano dal centrocampo dove oltre a Ledesma in regia e a Gonzalez (in vantaggio su Onazi)

Domenica si gioca il derby e Formello diventa un bunker. Edy Reja non vuole fughe di notizie in vista della stracittadina con i giallorossi: ecco quindi che in mattinata alcuni operai hanno disposto dei teloni lungo tutto il perimetro del centro sportivo biancoceleste. La 'muraglià voluta dall'allenatore goriziano, però, non è riuscita a tenere lontano tifosi e curiosi (qualcuno si è arrampicato addirittura su un camion) che sono riusciti a sbirciare comunque dentro il quartier generale laziale. E non sono mancate le novità: Reja, infatti, sembra orientato a lasciare la difesa a tre per schierarsi a specchio, ricalcando il 4-3-3 di Garcia. 

L'obiettivo è arginare il centrocampo giallorosso e fermare Gervinho, protagonista anche ieri sera con la doppietta rifilata al Napoli nella semifinale di Coppa Italia. Spazio quindi a Radu, Biava e Dias e, probabilmente, al recuperato Konko. Senza lo squalificato Biglia, le novità principali arrivano dal centrocampo dove oltre a Ledesma in regia e a Gonzalez (in vantaggio su Onazi), dovrebbe giocare Lulic, nel ruolo di mezzala sinistra. Un ruolo che il bosniaco, autore del gol decisivo nella finale derby di Coppa Italia dello scorso anno, ha già ricoperto in passato con Reja. 

>>> SPECIALE DERBY <<<


I tifosi confidano nelle intuizioni del tecnico che, prima della parentesi Petkovic, aveva vinto gli ultimi due derby, dopo averne persi quattro nella sua esperienza biancoceleste. Contro Garcia, quindi, non vuole sbagliare. In attacco poi le aspettative sono nel giovane Keita, che a detta del ct del Senegal, ha scelto di vestire la maglia della Spagna da grande. L'attaccante ex cantera del Barcellona, alla sua prima stracittadina da titolare, punta già De Sanctis. Con lui in attacco anche Candreva e Klose. Almeno sono queste le indicazioni del giovedì. Ma chissà che Reja, sapendo che la muraglia predisposta aveva dei buchi, non abbia pensato di mischiare le carte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, teloni a Formello. Contro la Roma verso il 4-3-3

RomaToday è in caricamento