Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Coppa indigesta alla Lazio: il Salisburgo vince 2 a 1

Gli austriaci imbrigliano nel primo tempo e i biancocelesti che però nella ripresa riescono a passare con Foggia. Nel finale però in 10 minuti la squadra della Red Bull ribalta tutto in 10 minuti

Seconda sconfitta consecutiva, questa volta in coppa, per i ragazzi di Ballardini. La partita, noioso per tutto il primo tempo, si ravviva nei secondi 45 minuti. I biancazzurri risentono dell'impegno ravvicinato e fisicamente concedono troppo al Salisburgo. Gli austriaci più alti e robusti fanno valere la loro maggiore fisicità annullando tutte le occasioni offensive della Lazio nel primo tempo  che si rivela tutt'altro che spettacolare. Ballardini capisce, finalmente, che è ora di cambiare qualcosa. Con l'ingresso in campo di Foggia, i biancocelesti prendono coraggio e, proprio grazie al napoletano, si portano in vantaggio meritatamente al 59'.

La Lazio insiste, sfiora il raddoppio e leggittima il vantaggio. Partita in tasca? Macchè! A 10 minuti dalla fine è black out biancoceleste. La Lazio nel finale si disunisce e incassa il pareggio all'81° quando il difensore austriaco Schiemer spedisce in rete un pallone vacante nell'area biancoceleste dopo un'uscita avventata da parte di Bizzarri. Quando la gara sembrava virtualmente conclusa, arriva puntuale, nel recupero, la doccia fredda per la Lazio: erroraccio di Cribari che di testa tocca la palla in modo goffo e Janko, tutto solo, non sbaglia realizzando il goal del definitivo 1-2. Un occasione persa che può risultare determinante nell'economia del girone.

GOL E AZIONI IMPORTANTI
25' Gran palla di Zarate sulla sinistra che trova l'inserimento di Cruz. Bel mancino dell'argentino che scalda le mani a Gustafsson.

34' Dubbio in area laziale. Baronio con troppa leggerezza libera l'area. Palla recuperata che arriva a Janko appena dentro l'area. Dribling su Baronio e contrasto tra i due. Sembra non prendere la palla Baronio, ma Janko sembra lasciarsi cadere troppo facilmente. Il fallo da rigore però poteva anche starci.

42' Botta da 40 metri di Schiemer. L'esterno si spegne di un paio di metri a lato alla sinistra di Bizzarri.

48' Spunto personale di Zarate che si accentra dalla destra e appoggia per Matuzalem. Il centrocampista in corsa spara di sinistro, ma la palla è fuori

55' Grande apertura per Foggia da parte di Matuzalem, l'esterno spinge e inventa un gran filtrante per Zarate che col suo destro fa la barba allo stesso palo di poco

59' Recupero di Matuzalem, che serve subito centralmente Foggia! Il folletto biancoceleste fa un passo e un po' a sorpresa fa partire un mancino rasoterra chesi infila preciso alla sinistra del sorpreso portiere avversario: 1-0 Lazio

77' Azione insistita sulla sinistra. Prova il numero tipico Zarate, slalom verso il centro dell'area e tentativo di botta a giro. Gustafsson c'è e blocca senza problemi.

81' Lazio in bambola. Punizione dalla destra che pesca incredibilmente tutto solo in area Nelisse che non riesce però a schiacciare il pallone. Traiettoria che si impenna e dopo una spiazzata per allontanare di Diakite, si avventa Schiemer che in girata alta insacca alle spalle di Bizzarri uscito dai pali un po' maldestramente: 1-1

85' Gran tentativo di Baronio che anticipa elegantemente Cziommer a trequarti e fa partire un bel sinistro. Palla però alta sopra la traversa.

92' Incredibile erroraccio di Cribari che su un cross innocuo dalla sinistra, stoppa di testa malamente il pallone schiacciando a terra e servendolo su un piatto d'argento a Janko che insacca senza problemi.


TOP
La Curva Nord 10: In uno stadio semi deserto e con una partita senza molte emozioni la curva degli irriducibili biancocelesti è la vera protagonista. Tifa, incita e sostiene i beniamini per tutti e 90 i minuti nonostante tutte. Ovvi e meritati i fischi verso la squadra di Ballardini al termine della gara.

Pasquale Foggia 7: 45 minuti di grande classe del folletto napoletano. Foggia fa più di tutti gli altri suoi compagni e realizza un meritatissimo goal. Peccato per la sconfitta, altrimenti la ribalta sarebbe stata tutta per Pasqualino.

FLOP
Bizzarri – Cribari 4: La difesa della Lazio non viene mai realmente messa in difficoltà, soprattutto nel secondo tempo. Per buona parte della ripresa infatti la retroguardia di Ballardini è spettatrice non pagante. Negli ultimi 10 minuti si spegne la luce e i due si fanno sorprendere nelle uniche due azioni pericolose degli austriaci. Non si può! Superficialità e svogliatezza

Mauro Zarate 5: L'argentino è troppo evanescente. Nel primo tempo perde spesso il pallone e gira a vuoto. Gioca una quantità industriale di palloni è vero, ma non si rende mai pericoloso. Soffre ancora il problema fisico che gli ha fatto saltare la Juve, ma se deve giocare così è meglio tenerlo in panchina. Fumoso

TABELLINO
MARCATORI: 58' Foggia, 81' Schiemer, 92' Janko
Lazio (4-3-1-2): Bizzarri, Lichtsteiner, Diakite, Cribari, Radu, Dabo, (46' Foggia), Baronio, Matuzalem, Meghni (70 Eliseu), Cruz (61' Mauri), Zarate. A disp Muslera, Faraoni, Siviglia, Pepertuini, Mauri. Allenatore: Ballardini.
Salisburgo (4-1-4-1): Gustaffson, Schwegler, Sekagya, Afolabi, Ulmer, Schiemer, Tchoyi, Pokrivac. (61' Cziommer), Leitgeb (72' Vladavic), Svento (80' Nelisse), Janko. A disp Arzberger, Dudic, Opdam, Augustinussen. All.: Huub Stevens 6.
Arbitro: Ennjimi (Francia).
Ammoniti: Schiemer e Cruz e Schwegler, Mauri, Zarate per simulazione.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa indigesta alla Lazio: il Salisburgo vince 2 a 1

RomaToday è in caricamento