rotate-mobile
Sport

Lazio-Roma, le coreografie del derby: l'omaggio della Nord a Diabolik

La Nord con l'immagine di Fabrizio Piscitelli e lo striscione con la scritta: "Se muore non ci credere perché è capace pure di rinascere", l'omaggio degli Irriducibili

Una gigantografia con il volto di Fabrizio Piscitelli, il Diabolik capo degli Irriducibili, assassinato con un colpo di pistola il 7 agosto scorso nel Parco degli Acquedotti. Poi lo striscione con la scritta: "Se muore non ci credere perché è capace pure di rinascere", questo l'omaggio in grande stile che gli Irriducibili della Lazio hanno voluto regalare alla memoria del loro "capitano" in occasione del derby, il primo dopo il delitto. 

Verso le 15 i primi tifosi della Lazio, diretti allo stadio per il derby, si sono riuniti a Ponte Milvio lanciando cori e sventolando bandiere. A scandire i canti anche le braccia tese, quelle dei saluti romani dell'ultra destra laziale. 

Diversi tifosi hanno indossato le maglie nere con la scritta 'Diablo' al centro in onore a Piscitelli. Si sono anche sollevati fischi da un gruppo di supporters biancocelesti al passaggio di un blindato della polizia mentre tutta l'area dello stadio Olimpico è stata, fin dal mattino, presidiata dalle forze dell'ordine. 

Il video della coreografia

Presenti, sia a Ponte Milvio che allo stadio, anche le figlie e la moglie di Diabolik. Allo stadio i tifosi hanno gridato a più riprese, il coro ritmato "Fabrizio/Fabrizio". Seguito dagli applausi di tutta la curva.  

Sul fronte giallorosso, riunito a piazza Mancini, in segno di rispetto verso Piscitelli non c'è stata una vera e propria coreografia, piuttosto sciarpe, bandiera, qualche fumogeno e anche un paio di striscioni proprio in memoria dell'ex capo ultras rivale.

Irriducibili: "Non esultate sotto la Curva Nord" 

laziali-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio-Roma, le coreografie del derby: l'omaggio della Nord a Diabolik

RomaToday è in caricamento