Sport

Lazio-Napoli 0-1 | La differenza la fa Higuain: ko nel duello da Champions

Nel primo tempo dell'Olimpico è Higuain a sbloccare il match. Nella ripresa la partita è viva ma il risultato non cambia più

La Lazio perde 1 a 0 contro il Napoli, nel match del pranzo della 19^ giornata di Serie A. Dopo 18 minuti è Gonzalo Higuain ad aprire le danze. I biancocelesti ci provano e cercano il pari ma non sono fortunati. Ancora cori "inneggianti" il Vesuvio.

LE SCELTE - Benitez a sorpresa schiera De Guzman e non Hamsik. Esordio per Strinic e confermati Gargano-Lopez. Nella Lazio c'è Ledesma a centrocampo e non Onazi, per un 4-3-3 con un doppio regista. Ancora panchina per Klose che piace sempre al Werder Brema ma per gennaio il tedesci non dovrebbe però lasciare Roma. Pochi i tifosi: ricordiamo il provvedimento del Casms di chiudere la Curva Nord che sarà gremita solo da pochi abbonati. 

AVVIO BLOCCATO - Nonostante le tante assenze, la squadra biancoceleste non parte intimorita. Anzi la squadra di Pioli appare fin da subito propositiva ma negli ultimi 15 metri manca il guizzo giusto. Buona, tra i padroni di casa, la spinta sugli esterni di Basta e Cavanda e la leadership di Candreva. Al 15' Ledesma abbatte Mertens e si becca il primo giallo del match. 

PIEGATE LE MANI A BERISHA - Dopo un dominio, sterile, della Lazio, al 18' è il Napoli a passare in vantaggio. Palla dentro per Higuain che in velocità brucia Radu, lo ipnotizza e poi lascia partire un destro potente da posizione defilata: la sfera piega la mani a Berisha e si infila sotto la traversa. E' 1 a 0. Malissimo nell'occasione si Radu che Berisha entrambi troppo molli. 

"VESUVIO LAVALI COL FUOCO" -  Un gol dedicato a Lorenzo Insigne. È questa la dedica di Higuain dopo la rete del vantaggio partenopeo. 'El Pipita' esulta mostrando la maglia del compagno, fuori da novembre per un infortunio al crociato anteriore del ginocchio destro. La tifoseria laziale, già insofferente, dopo pochi minuti risponde intonando il coro "lavali col fuoco, o Vesuvio lavali col fuoco".

LAZIO VICINO AL PARI - Non è mai un alibi, ma le tante assenze penalizzano la Lazio. I movimenti senza palla di Mauri e l'imprevedibilità di Felipe Anderson, mancano alla squadra di Pioli che fatica a creare occasioni da rete. La soluzione, allora, può essere il tiro da fuori. Al 28' lo capisce Biglia che tenta la magia dai 20 metri: palla fuori alla destra di Rafael. Le parabole di Biglia, anche da calcio di punizione, creano occasioni da gol. Da una di queste, al 30', nasce una traversa colpita dall'ottimo inserimento, di testa, di Parolo. La Lazio prende coraggio e al 37' va vicino al pari con Cavanda ma l'esterno sinistro calcia debolmente verso Rafael. Finisce però 1 a 0 il primo tempo. 

EPISODIO DUBBIO - Pioli si gioca il tutto per tutto con Klose subito dentro al posto di Ledesma ad inizio secondo tempo. Doppia punta 'pesante' quindi per la Lazio. La prima grande chance, però, è ancora per il Napoli. Higuain ubriaca Cana e calcia: Berisha si allunga e respinge alla meno peggio. Poi la squadra di casa si arrangia, fallosamente, salvandosi. Al 50' la Lazio chiede un rigore per un doppio tocco di mano. Cross di Keita mano del vicinissimo Albiol che poi devia il pallone anche sul braccio destro di Maggio. Per Rizzoli è tutto regolare. Episodio da rivedere alla moviola.

TANTA INTENSITA' - Al 54' il Napoli, con il solito Higuain, sfiora ancora il 2 a 0. L'argentino, affiancato da Cana, calcia a rete. Palla fuori di niente. Risopnde Klose poco dopo: colpo di testa e palla fuori. Benitez allora cambia: fuori Mertens e dentro Hamsik. Al 66' ci prova Basta da fuori area: centrale per Rafael. La Lazio insiste, alza il ritmo, ma davanti fa fatica a pungere. Al 75' tiro di Parolo: palla in Curva Sud. Pioli le prova tutte: dentro Cataldi e Pereirinha al posto dell'ammonito Parolo e del positivo Cavanda.

ASSALTO FINALE - I biancocelesti ci provano e con Candreva calciano ancora, alto, verso la porta partenopea. Il Napoli soffre il giusto, si chiude e quando può riparte con il neo entrato Zapata. Al 92' Callejon spreca il 2 a 0. La partita, allora, scorre via e finisce così. Vince il Napoli, forse immeritatamente, per 1 a 0. La differenza la fa Higuain che castiga la squadra di Pioli. 

>>> LE PAGELLE <<<

TABELLINO
Lazio (4-3-3)
: Berisha 5; Basta 6, Cana 5,5, Radu 5, Cavanda 6,5 (83' Pereirinha sv); Ledesma 5 (46' Klose 5,5), Biglia 6,5, Parolo 6 (82' Cataldi sv); Candreva 6, Djordjevic 5,5, Keita 6. A disp.: Strakosha, Guerrieri, Novaretti, Konko, Onazi, Tounkara. All.: Pioli
Napoli (4-2-3-1): Rafael 6; Maggio 5,5, Koulibaly 6, Albiol 6,5, Strinic 6; Gargano 5,5, Lopez 6,5; Callejon 5,5, De Guzman 6 (83' Jorginho sv), Mertens 6 (62' Hamsik 6); Higuain 7 (86' Zapata sv). A disp.: Andujar, Colombo, Mesto, Henrique, Inler, Gabbiadini, Radosevic. All.: Benitez
Marcatori: Higuain (N)
Ammoniti: Ledesma (L), Lopez (N), Parolo (L), Mertens (N), Keita (L), Gargano (N)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio-Napoli 0-1 | La differenza la fa Higuain: ko nel duello da Champions

RomaToday è in caricamento