Lazio-Lecce 4-2: è festa biancoceleste con bis di Correa, Milinkovic ed Immobile

El Tucu apre, Lapadula pareggia, Sergej risponde e poi due rigori: Babacar fallisce, Ciro no. Nel finale ancora il numero 10 argentino e poi il secondo gol pugliese di La Mantia

La Lazio stravince in casa contro il Lecce per 4-2, al termine di una partita ricca di occasioni ed episodi: apre le marcature Correa al 30', pareggia Lapadula al 40'. Nel secondo tempo biancocelesti di nuovo in vantaggio con Milinkovic al 62', ma cinque minuti dopo viene assegnato un rigore al Lecce: Strakosha para il tiro di Babacar, ma sulla respinta si fionda Lapadula che segna ed esulta invano però, dato che il suo gol viene subito annullato.

A mettere le cose in discesa per la Lazio ci pensano Immobile su rigore al 62' (3-1) ed ancora Correa, sempre su assit di Ciro al minuto 80 (4-1). Inutile ai fini del risultato finale il gol di La Mantia all'85'. La Lazio raggiunge così quota 24 punti in classifica.

La cronaca

Al 1' subito palla in verticale di Luis Alberto per Correa che prova la conclusione guadagnando un calcio d'angolo. Due minuti dopo destro dello spagnolo, che stavolta prova a finalizzare in autonomia, ma l'esito è sempre e solo un corner. Al 4' arriva il primo cartellino della gara: è giallo e sventola davanti alla faccia di Mancosu, che aveva trattenuto vistosamente Lazzari. Mancosu è invece protagonista positivo al minuto 11, con un tiro alto di poco sopra la traversa. Al 13' altra occasione per la Lazio con Milinkovic, un minuto dopo ci prova sul fronte opposto Babacar. Al 15' di nuovo avanti i padroni di casa con un ispirato Luis Alberto.

L'occasione più ghiotta la spreca però Mancosu al 16', quando calcia alto un rigore in movimento. I biancocelesti allora intensificano la manovra offensiva: al 19' ci riprova ancora Luis Alberto (con Gabriel che la tocca quanto basta) e al 24' Lulic con un colpo di testa di poco alto. Il gol arriva al 30' e lo realizza Correa: Luis Alberto lo pesca in area ed El Tucu lascia partire un diagonale chirurgico che si infila in porta: È 1-0.  Al 33', su cross di Lulic, Immobile per poco non trova il raddoppio, ma Gabrel gli dice di no. Al 34' ammonito Leiva per un fallo tattico su Mancosu ed al minuto successivo si registra un tentativo di Lazzari che supera, in altezza, la porta del Lecce.

Gli ospiti trovano il pareggio al 40': su angolo di Calderoni, Rossettini spizza di testa e trova Lapadula sul secondo palo, pronto a finalizzare: è 1-1.  Prima dell'intervallo c'è tempo per un ultimo quasi-gol di Luis Alberto, che stavolta sbaglia da pochi passi. Primo tempo ricco di emozioni, ma il secondo non è da meno. Le occasioni ripartono al 50' con (tanto per cambiare) Luis Alberto che stavolta ci prova di testa, senza fortuna. Al 52' Strakosha respinge incredibilmente una conclusione pericolosissima di Babacar. Al 59' viene ammonito Lapadula e al 62', Milinkovic (che ci aveva provato poco prima di testa) trova la rete del 2-1:cross di Acerbi e tap-in vincente del serbo, che anticipa tutti i difensori. Giusto il tempo di esultare per la Lazio che l'arbitro assegna un rigore al Lecce per uno scontro tra Milinkovic e Mancosu. Dal dischetto va Babacar, che però si fa ipnotizzare da Strakosha; sulla respinta si fionda Lapadula che fa gol. Mentre esulta però l'arbitro annulla tutto perché l'attaccante era entrato in area prima del tempo. Nel corso delle proteste, dal rigore al gol annullato, ammoniti Immobile e Lucioni.

Ritornata la calma riprendono anche le occasioni: Luis Alberto e La Mantia a vuoto e poi rigore per la Lazio a cusa di un evidente tocco di mano di Tachtsidis. Ciro dal dischetto non sbaglia e firma il 3-1 al 77'. Tre minuti dopo serve uno splendido assist per Correa che realizza la doppietta personale: è 4-1. Il Lecce, dopo aver accusato il doppio colpo, sceglie di non andare ancora ko ed accorcia le distanze al minuto 85 con La Mantia che di testa finalizza al meglio un cross di Petriccione: 4-2. La partita finisce così, dopo 4 intensi minuti di recupero.

Le pagelle della Lazio

STRAKOSHA 8
PATRIC 6
LUIZ FELIPE 6
ACERBI 6,5
LAZZARI 6,5
MILINKOVIC 7
LEIVA 5,5
LUIS ALBERTO 7
LULIC 5,5
IMMOBILE 8
CORREA 9
CATALDI (DENTRO AL51') 6
BASTOS (DENTRO AL 72') 4,5
BERISHA (DENTRO ALL'86') SV

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento